Consegniamo il Tapicolo serio ad un fatto di cronaca nera! By Nerio

Consegniamo il Tapicolo serio ad un fatto di cronaca nera!

Di tanto in tanto ( ovviamente solo ogni tanto) , per cambiare argomento riprenderò la rubrica del Tapicolo ( tapiro del Vicolo), però diviso in due settori : il Tapicolo frivolo ,  dedicato  a fatti abnormi e balordi del mondo dei vip ( e degli aspiranti vippini) …e il tapicolo SERIO , dedicato a  qualche “mostro”   della società e della attualità  reale …e vi assicuro che di mostruosità ce ne sono a carrettate,  su uno avesse voglia di cercarle

Voi, di volta in volta, ovviamente solo se vi interessa, mi darete il parere sul ( o sui ) casi presentati…magari potete citarne uno nuovo voi nei commenti 

Comincio con la consegna di un solo Tapicolo…quello DI TIPO SERIO 

Mi riferisco ad un episodio di un paio di giorni fa…questi , in sintesi breve i fatti :

1) 4 anni fa, nel marzo del 2015, una ragazza peruviana viene aggredita e stuprata ( almeno lei lo dice) da due giovani peruviani, in zona Ancona

2) il fatto non è accertato al cento per  cento, non sussiste  la flagranza di reato, nè la confessione dei presunti colpevoli, tuttavia esiste la denuncia della ragazza , e diversi riscontri materiali ( tra cui il referto medico–sanitario sulle condizioni della vittima, che comprova la violenza  )

3) nel 2016 viene concluso il processo ai due peruviani , che vengono condannati entrambi in primo grado, a cinque anni allo stupratore, e a tre anni al compare  che gli faceva da palo

4) ovviamente viene fatto ricorso in appello ( ormai è prassi) , e IN SECONDO GRADO , NEL NOVEMBRE 2017,  LA CORTE D’APPELLO DI ANCONA ASSOLVE I DUE PERUVIANI

5) la pubblica accusa fa allora ricorso in CASSAZIONE , e questa, con molta lentezza ( ormai , purtroppo, ci siamo abituati) , in questi giorni, FINALMENTE  NE COMBINA UNA BUONA ( credetemi, non capita spesso, i giudici della Suprema Corte di solito, non sono molto “illuminati” ) …ovvero annulla la sentenza della corte d’appello di Ancona e obbliga le parti ad un nuovo processo d’appello, stavolta in altra sede, a Perugia .

Adesso voi direte…ma dove sta “il mostro”? *********

Ebbene, il Frankestein di turno è questo:  è saltata fuori, FINALMENTE DICO IO,  la motivazione con cui la corte d’Appello di Ancona assolse in secondo grado i due peruviani:

la ragazza stuprata non venne ritenuta CREDIBILE, anzi si suppose avesse lei ordito tutto con scaltrezza, rapporto sessuale compreso, per coprire il fatto  di essersi ubriacata e drogata da sola…in quanto ( udite udite) …la ragazza  in questione  ERA BRUTTA, TROPPO  POCO FEMMINILE, TROPPO  POCO ATTRAENTE , e quindi non poteva scatenare nel maschio la volontà di avere con lei un rapporto sessuale, nè tanto meno uno stupro

Capite? Fosse stata Scarlett Johansonn , i due peruviani sarebbero finiti dritti in galera…ma nonostante i vari riscontri oggettivi, la tesi dello stupro non poteva reggere....ma dai…insomma, chi mai poteva voler violentare quella lì? —–a rendere ancora piu’ abnorme e allucinante la motivazione, c’è il fatto che la corte d’appello che ha assolto ERA COMPOSTA DA TRE GIUDICI DONNE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Ripeto, per fortuna , la Cassazione ha ritenuto la motivazione insufficiente,  scorretta e incompatibile coi principi del diritto penale ( E VORREI VEDERE IL CONTRARIO, AGGIUNGO IO)

ma quelle tre donne giudici, meritano assolutamente IL TAPICOLO …che ne dite voi? 

Leggi anche...

Commenta anche tu questa discussione...

  1. lun44il 14/03/2019 07:53

    Non conoscevo questa storia, :x meno male che la cassazione ha annullato la sentenza FACEPALM

  2. lianatil 14/03/2019 10:51

    Assurdo per quando mi rigarda i tre giudici donna meriterebbero più del tapicolo .Nemmeno io conoscevo questa storia menomale che alla fine giustizia è stata fatta

  3. arymil 14/03/2019 22:36

    Assurdo, fortunatamente annullata quella sentenza ingiusta ed insensata

Lascia una risposta