‘Aresgate’ Ci pensa Manuela Arcuri a difendere il ‘Lucifero’ di Adua Del Vesco, Gabriel Garko e Massimiliano Morra: “Le persone non hanno riconoscenza nella vita”. Ma la relazione con Garko era vera?

‘Aresgate’ Ci pensa Manuela Arcuri a difendere il ‘Lucifero’ di Adua Del Vesco, Gabriel Garko e Massimiliano Morra: “Le persone non hanno riconoscenza nella vita”. Ma la relazione con Garko era vera?

Ares gate

Grazie al Grande Fratello Vip e le confessioni di Adua Del Vesco è sorto l’Aresgate di cui ormai si parla da giorni. Molti si sono stretti intorno all’attrice e le sue lacrime, ma c’è qualcuna che non la pensa come lei e ha voluto dare la sua versione dei fatti: Manuela Arcuri. Cosa pensa e cosa ha da dire l’attrice simbolo della Ares Film sul Tarallo-Gate? Parla per la prima volta in esclusiva a Dagospia.

Si aspettava le confessioni di Adua Del Vesco e Massimiliano Morra al Grande Fratello Vip?

“Sta scherzando? Io non posso neanche pensare che le persone non abbiano riconoscenza nella vita. Essere riconoscenti è un dovere. È una questione di rispetto, quando una persona ti dà tanto non puoi voltargli le spalle così.”

Le accuse sono precise, qualcuno arriva a parlare quasi di una setta.

“Una setta? Hanno detto cose pesantissime. Le ripeto, sono senza parole.”

Si è mai trovata in situazioni imbarazzanti che l’hanno fatta sentire a disagio?

“Mai, mai, mai. Per quindici anni ho lavorato con Tarallo e non ho visto queste cose.”

Aveva un contratto blindato che le poneva molti limiti?

“Assolutamente no, guardi io ho solo visto tanta generosità di Alberto Tarallo. Un grandissimo produttore che ha creato attori totalmente sconosciuti che venivano dal nulla. Li ha creati, formati, gli ha dato un nome e li ha fatti lavorare.”

Se le dico Lucifero.

“Ma dai Lucifero, io sono allibita.”

Anche a lei hanno chiesto di mentire sulla sua età?

“No, non mi è mai stato chiesto. Anche perché ci vuole poco a scoprire la vera età di una persona.”

La sua vita privata è stata condizionata, le vietavano relazioni?

“No, assolutamente. Mai. Al massimo mi davano dei consigli, come può fare qualsiasi persona con cui lavori e cerca di proteggerti. Alberto è sempre stato un uomo molto protettivo, ti voleva aiutare sotto tutti questi aspetti. Non ha mai puntato una pistola alla tempia a nessuno.”

Immagino lei sia stata spesso nella villa di Zagarolo.

“Ci sono stata tante volte, non dormivo lì ma a casa mia. Io non ho mai visto nulla di strano. Alberto è stato un grandissimo produttore, ha realizzato serie con ascolti record e grazie a Dio c’ero anch’io.”

Come sono i vostri rapporti oggi?

“Sono una sua grande amica perché nella vita sono una donna riconoscente, anche se non lavoriamo più insieme perché non produce più. Questa bellissima collaborazione purtroppo è finita, perché le cose finiscono una mica può reagire così male?”.

Il suo rapporto con Losito?

“Bellissimo. Giuro che ascoltare istigazione al suicidio (frase pronunciata dalla Del Vesco, ndr) mi infastidisce.”

Ha mai avuto dubbi in merito?

“Quello tra Alberto e Teo era un grande amore, era un’unione totale nella vita e nel lavoro. Una fusione di due persone che portavano avanti il loro lavoro con amore. Teodosio per Alberto era intoccabile.”

Brilli, De Sio, Grimaldi, Testi in qualche modo hanno preso le distanze.

“Non so come sono terminati i loro rapporti, alcuni sono andati via. Non tutti lavoravano con continuità.”

Brilli e De Sio hanno però ammesso che si fingevano flirt.

“Io non ho mai finto un flirt e non mi è stato chiesto.”

Neanche la relazione con Garko era finta?

“Ho avuto una relazione con Gabriel durata pochissimo ma era vera. Parliamo di tanti anni fa.”

Al Grande Fratello Vip, dietro cachet, ha fatto coming out. Lo ha visto?

“Sono contenta che ora sia un uomo più felice. Sono contenta se si sente più libero, magari lo avesse fatto prima.”

Adua ha sofferto di anoressia, molti altri di depressione.

“E la colpa è di Tarallo? Ma guarda un po’ quindi è un mostro.”

Magari non è successo a lei, può escludere che qualcosa sia successo ad altri?

“Io non vivevo lì, quello che è successo tra di loro lo sapranno solo loro. Posso però dire che Alberto non è come l’hanno descritto, ma quali pressioni psicologiche…”.

Mi sembra molto provata.

“Si, è vero. Perché trovo assurdo quello che sta succedendo, non volevo parlare ma non posso più stare zitta.”

Lorenzo Crespi dice che Adua andrebbe protetta perché in pericolo.

“Non parlo degli altri. Rischia la vita? Mi fa ridere.”

Lei che ricordi ha di quegli anni?

“Lavorativamente parlando sono stati gli anni più belli della mia vita. Alberto Tarallo mi garantiva quasi due fiction l’anno da protagonista, di storie belle che mi hanno messo alla prova e mi hanno fatto crescere come attrice. Mi hanno insegnato tanto. È stato generoso, un grande cuore. Alberto si preoccupava di farti studiare l’inglese, a sue spese sue, di farti studiare recitazione, si metteva con te a leggere il copione. Teo, il perno della sua vita, scriveva ma lui produceva e gli attori li trattava come figli. Questo sarebbe Lucifero?”.

Che rapporti aveva con Patrizia Marrocco e Luna Berlusconi?

“Patrizia stava in produzione, la incontravo quando andavo lì. Rapporti normali. Luna l’ho vista pochissimo, ha lavorato alla Ares per un breve periodo. Posso aggiungere una cosa.”

Dica.

“Finché c’era il lavoro era tutto rose e fiori, c’erano i soldi. Crollato lui è facile voltargli le spalle.”

C’erano relazioni tra gli attori e il produttore?

“Io non ero in quella casa, non posso escludere nulla. Dico che le persone in questione sono maggiorenni, libere di scegliere. Sono grandi, grossi e vaccinati. Le dico che in qualsiasi ambiente c’è qualcuno che fa delle avances”.

A lei è capitato, non alla Ares, nella sua carriera?

“Produttori, registi. Certo, è la normalità. Sta a me mettere la persona al proprio posto. Se mi vuoi io lavoro altrimenti se vuoi una relazione io me ne vado a casa. Ognuno sceglie cosa fare, se uno accetta è consapevole. Non ci nascondiamo. E non mi piace chi prima accetta delle cose e dopo anni ci ripensa.”

In questi giorni ha sentito Tarallo?

“Certo, io sto facendo questa intervista solo per lui. Difendo Alberto, non si fa così. Non si gioca con la vita delle persone. Mi sembra più di una gogna. Qui non parliamo di un matrimonio inventato, qua si gioca con la vita della gente. Parliamo di un grande produttore, di una tragedia che è successa un anno e mezzo fa, una cosa delicatissima. Al funerale di Teodosio c’erano tutti. Piangevano, capisce. Sembra un film.”

Sembra una fiction Ares.

“Ho detto ad Alberto che questa è la fiction più assurda che abbia mai potuto girare, ha sorriso anche lui.”

A chi dobbiamo credere dunque?

Seguiteci su Telegram cliccando qui

Leggi anche...

Commenta anche tu questa discussione...

  1. lun44il 28/09/2020 17:43

    Io non ho idea di chi dica la verità è solo una bruttissima storia solo su una cosa sono quasi d’accordo, non so se questo sia il caso ma spesso è così finché c’è il lavoro e i soldi va tutto bene però se come dice lei non viveva li non può sapere tutto quello che succedeva e poi la Arcuri ha un po’ il dentino avvelenato con Adua per delle dichiarazioni che ho letto dalla Lucarelli…dico solo brutta , bruttissima storia

  2. diana08il 28/09/2020 17:57

    Penso che la verità non la sapremo mai, penso anche che non si possa prendere per oro colato quello che dicono Adua e gli altri: se il signore in questione fosse stato un “mostro” ne avrebbero parlato nelle sedi opportune e non al gf (con tanto di sceneggiata stile Centrovetrine di Garko NOTME con tanto di cachet).
    Poi che siano stati manipolati per questioni di immagine è sicuro….ma sul resto non saprei………

  3. lisaforeveril 28/09/2020 18:36

    Manuela Arcuri secondo me è complice per insabbiare tutto ma quella storia di Adua e Massimiliano è vera è una cosa molto delicata deve essere tutelati.

  4. Maria Doloresil 28/09/2020 19:53

    La Arcuri ha detto bene, tarallo ha creato attori che senza di lui attori non sarebbero. Quindi figurarsi se lei sputa nel piatto in cui ha mangiato, dove lavora più poi?

  5. farfallabluil 28/09/2020 19:56

    Ammetto di avere abboccato anche io ai racconti sull’esistenza di una setta, ora non più. Penso si sia ingigantito il tutto. Penso la Del Vesco non sia attendibile alla luce dei suoi comportamenti tendenti sempre a mostrarsi vittima degli altri. Basti pensare che in un primo momento ha descritto, seppur non in maniera esplicita, il suo ex Morra come un mostro, salvo poi dichiarare che: < all’epoca anche Lui ha subito quanto da Lei subito > (parole sue!). Dunque perché disprezzarlo e colpevolizzarlo di errori commessi ”sotto manovra”? THINKING Così come l’accusa che gli ha rivolto di non essersi fatto vivo durante la sua malattia. Delusione legittima certo, ma detto da chi non si è fatta viva con Lui a seguito di un incidente potenzialmente mortale suona beffardo. Suona di vittimismo gratuito appunto. Ha giurato sarebbe voluta andare a trovarlo. Le credo. Non metto in dubbio l’intenzione, ma ritengo anche abbia accolto un consiglio contrario senza che Taralluccio le puntasse un’arma contro. Pertanto 1 a 1 palla al centro e quindi stop piagnistei ! Sono giunta alla conclusione che la verità sia quella narrata da Francesco Testi, la Brilli e la De Sio. C’erano delle regole alle quali consapevolmente e liberamente hanno aderito, che per molti sono risultate ”scomode” a un certo punto (legami affettivi non stabili e finti scoop e finte coppie, così da finire sulle copertine il più possibile). C’è chi come Testi, Brilli e De Sio ha detto No, e c’è chi, invece, ha barattato la propria libertà con il successo e la carriera. In poche parole, per me, la Del Vesco è solo una Pamela Prati 2.0. La seconda era prossima a un matrimonio invisibile per tornare in auge, la prima ha avuto un fidanzato fake per tre lunghi anni (con scenate di gelosia via social annesse BRRR ). Già caz*ate su caz*ate per 3 lunghi anni…E se verso Garko riconosco l’attenuante di aver iniziato a lavorare, e a mentire, tanti e tanti anni fa (aveva 16 anni figuratevi), in un momento storico in cui fare coming out non era ”ordinario” come lo è oggi, e quindi gli riconosco l’attenuante della difficoltà di sprigionarsi dal groviglio di menzogne che fondamentalmente lo avevano creato, a Lei non riconosco alcuna attenuante se non il desiderio di arrivare, di maggior opportunità e visibilità in qualità di ”fidanzata di”. 

  6. farfallabluil 28/09/2020 20:03

    Perché gli altri pensi davvero abbiano più chance? HAHA 

    Maria Dolores: La Arcuri ha detto bene, tarallo ha creato attori che senza di lui attori non sarebbero. Quindi figurarsi se lei sputa nel piatto in cui ha mangiato, dove lavora più poi?

     

  7. leail 28/09/2020 20:10

    Quel periodo delle fiction Mediaset credo fosse sul viale del tramonto anche prima del pasticciaccio. E meno male STLOMPA 

    farfallablu: Perché gli altri pensi davvero abbiano più chance?

     

  8. farfallabluil 28/09/2020 20:14

    mamma mia davvero BRRR  BRRR le fans della Del Vesco stanno disprezzando l’Arcuri (condivido eh) manco la loro fosse Meryl Streep HAHA  HAHA 

    lea: Quel periodo delle fiction Mediaset credo fosse sul viale del tramonto anche prima del pasticciaccio. E meno male

     

  9. Bio2011il 28/09/2020 20:55

    Io non so quale sia la verità, magari nel mezzo, la cosa vera è che hanno accettato giochetti per lavoro e soldi facili, potevano dire di no ed andare a fare altro nella vita, nessuno di loro aveva una pistola puntata, il problema è che la “bella vita” attira troppo! In ogni caso Garko come attore non mi è mai piaciuto!!!

  10. Rosaria88il 28/09/2020 21:18

    E meno male che non fanno più fiction. Tolte de dio, sandrelli e brilli gli altri erano miracolati. L’intervista lo dimostra

  11. NERIOil 29/09/2020 01:29

    se leggete il mio articolo in home, penso che almeno il punto 3 sia centrato: Garko si è liberato e ha fatto bene…secondo me la Ares era una situazione un pò come nei momenti d’oro di Lele Lora …che aveva creato un clan di cui lui era il capo indiscusso…un clan che si muoveva in gruppo anche fuori dagli studi …anche nelle vacanze di gruppo…la definivano “la scuderia di lele mora” 

    ma fino a che le cose andavano a gonfie vele e i quattrini correvano…di rivoluzionari che  denunciavano , non se ne sono visti…anche con la Ares le finte relazioni portavano ship, fans, soldi e popolarità …però tutto è saltato fuori DOPO che la Ares è fallita…se i ribelli  rischiano anche adesso…allora perchè, rischio x rischio, non denunciare subito? 

  12. Marty89il 30/09/2020 04:22

    Non credo a una singola parola di questi, e chiaro ke sono stati o pagati o minacciati x insabbiare tutto, certo adesso garko con lei era diventato etero ma x favore. Adua e massi hanno detto la verità di un bruttismo periodo che li ha segnati il resto mente sapendo di mentire. Poi lasciamo stare ki lo difende l innominato, arcuri testi che hanno avuto le lore beghe giudiziarie, a dress giorgi ponziani ke riemergono dal dimenticatoio dove erano di ke parliamo.

  13. Marty89il 30/09/2020 04:26

    Se poi andiamo a vedere il profilo Insta di losito tiel possiamo ben vedere ke Anke lui viveva quel clima di manipolazione e malessere, io soo a vederlo sono rabbrividita, Lucifero citato Anke in quei post

  14. Pinuxil 30/09/2020 05:12

    BRAA BRAA  BRAA 

    Marty89: Non credo a una singola parola di questi, e chiaro ke sono stati o pagati o minacciati x insabbiare tutto, certo adesso garko con lei era diventato etero ma x favore. Adua e massi hanno detto la verità di un bruttismo periodo che li ha segnati il resto mente sapendo di mentire. Poi lasciamo stare ki lo difende l innominato, arcuri testi che hanno avuto le lore beghe giudiziarie, a dress giorgi ponziani ke riemergono dal dimenticatoio dove erano di ke parliamo.

     

Lascia una risposta