L’addio allo spettacolo di Nadia Toffa e Peter Fonda…chi dimentica il suo Easy Rider

E’ morta Nadia Toffa, è morto Felice Gimondi…la prima, praticamente la conoscevo solo di nome, ma  mi ha colpito per l’età: 40 anni!!! Il secondo, ovviamente per le imprese sportive ciclistiche , che mio padre ha seguito spesso …ma è morta ieri anche un’altra persona, forse meno nota di questi due: PETER FONDA, attore, regista, figlio di Henry Fonda, fratello di Jane, padre di Bridget Fonda, anche lei attrice, seppure di secondo piano.

Perchè PETER lo voglio ricordare? Ovviamente per la sua interpretazione del film EASY RIDER…inutile che vi stia a raccontare la trama…chi l’ha visto la conosce benissimo, chi non l’ha visto, glielo consiglio di vedere, ma raccontarlo sarebbe troppo complesso…

Tuttavia , il personaggio di Peter, soprannominato nel film Capitan America, mi è rimasto impresso, rivedendolo in dvd di vecchi film…e ha rappresentato una icona per i ragazzi che facevano il 68, come  mio padre, e ci credevano sul serio, in un mondo migliore!

Il sottotitolo del film è “libertà e paura“…ed è emblematico:  libertà perchè i due protagonisti sono veramente liberi, da convenzioni, recinti, pregiudizi …paura perchè la loro libertà fa paura, la società ha bisogno di perimetrare i cervelli e i comportamenti…e teme che una manifestazione troppo evidente di libertà , fuori dagli schemi, possa scombinare gli equilibri , le gerarchie sociali, le regole bigotte  …

Il brutto finale del film (attenzione spoiler), in cui Peter  viene ammazzato, ed in maniera tanto brutale quanto inutile, ha una sua precisa logica: il film fu del 1969 , e fu girato poco dopo gli assassinii di Martin Luther King e Bob Kennedy ( anche loro pretendevano di scombinare gli equilibri…) Dennis Hopper, regista e anche co-protagonista con Peter , voleva ricordare come la società dei potenti e dei reazionari , alla fine  purtroppo vince …come del resto finì male il sogno del ’68

Fatto quel film, Peter non è che abbia poi combinato un gran che, nel mondo del cinema…

Ma la cavalcata in moto di capitan America, attraverso tutti gli Stati Uniti, ci rimane impressa, anche grazie alla stupenda colonna sonora, e ci ricorda come silenzio ,  immobilismo e menefreghismo, sono amici fidati dei poteri forti,  e dei conservatori ad oltranza.

Leggi anche...

Commenta anche tu questa discussione...

  1. lun44il 18/08/2019 07:55

    Film simbolo di quel periodo rip CANDELA

  2. lianatil 18/08/2019 08:01

    Rip CANDELA un film che colpì tutti quelli che l’hanno visto

  3. arymil 18/08/2019 08:17

    Non conosco questi film, devo recuperarlo

  4. arymil 18/08/2019 08:18

    Rip CANDELA…

  5. Anneelliotil 18/08/2019 12:32

    Apprezzo e condivido questo articolo e specialmente l’impegno continuo di Nerio, Monica & Co. di andare oltre il solito blog di gossip (flower)

  6. CapaMoniqueil 19/08/2019 10:13

    Grazie, il merito va tutto a Nerio (flower) 

    Anneelliot: Apprezzo e condivido questo articolo e specialmente l’impegno continuo di Nerio, Monica & Co. di andare oltre il solito blog di gossip

     

Lascia una risposta