‘Uomini e Donne’ Rosa Perrotta rompe il silenzio e ammette la crisi con Pietro Tartaglione e fa una precisa richiesta ai suoi fan

‘Uomini e Donne’ Rosa Perrotta rompe il silenzio e ammette la crisi con Pietro Tartaglione e fa una precisa richiesta ai suoi fan

 

In un nostro precedente articolo qui vi abbiamo raccontato della crisi fra Rosa Perrotta e Pietro Tartaglione. Il loro amore, nato negli studi di Uomini e Donne, coronato dalla nascita dello splendido Domenico sembrava una favola ed invece è entrato in una crisi che sembra irreversibile. I motivi sono però sconosciuti nonostante che i fan abbiano indagato. E oggi Rosa ha fatto questa precisa richiesta si suoi followers:

Eh si, la modella ed influencer chiede comprensione per la crisi che lei ed il suo compagno Pietro estanno vivendo ed è rimasta molto contenta della solidarietà ricevuta dalle donne.

Che ne pensate di questa coppia che è scoppiata?

by emmaforever

Seguiteci su Telegram cliccando qui

Seguiteci su twitter cliccando qui

Seguiteci su Facebook cliccando qui

Seguiteci su instagram cliccando qui

Leggi anche...

Commenta anche tu questa discussione...

  1. uffail 20/12/2020 18:27

    Penso che a fare i figli ci si metta un attimo, senza considerare ciò che questo comporta. Inevitabilmente una limitazione delle cose che si possono fare perché i figli, soprattutto quando sono piccoli, comportano tempo e salute( perché può essere anche stressante).
    Rosa ha una splendida famiglia , spero che realizzi che questa è una fase che tutte le coppie passano, ma che con la comprensione e L ascolto tutto si può superare.

  2. Radianail 20/12/2020 19:11

    Penso che creare una famiglia vada ben oltre che mettere al mondo dei figli. Famiglia é amore, comprensione, sacrificio, compromessi, rospi ingoiati, priorità rimandate per il bene della coppia, responsabilità, buon senso, litigi, riappacificazione, altri litigi, momenti al top ed intensi momenti flop, passione, insofferenza, amicizia, dialogo, tristezza e vera gioia, coraggio e scoramento, uscite con amici e lunghe serate sul divano ma soprattutto è pensare che il bene dell’altro abbia priorità sul tuo perché è anche il tuo. Sono troppe cose? No, non credo perché se ami davvero ti verrà naturale e nemmeno troppo difficile. Tanti auguri Rosa, spero che le basi che avete messo siano abbastanza solide.

  3. Aleda 89il 20/12/2020 19:34

    Allora a me dispiace davvero perchè li seguo,Dodo poì è un amore di bambino.Loro sono una delle pochissime coppie vere uscite da u&d che almeno avevano creato qualcosa.Si vocifera tanto,ma se il motivo di questa crisi è proprio il voler di Pietro di vivere a Napoli dove ha anche il suo lavoro allora è Rosa quella che si deve adattare e seguire lui.Perchè lei dice spesso che è più facile per il suo lavoro vivere a Milano.Adesso Rosa oltre che qualche set fotografico e sponsorizzare varie cose su instagram diciamo non è che ha questa grande carriera di cui parla.Comunque,è un lavoro che si può fare benissimo pure da Napoli.Invece Pietro non può fare avanti e indietro ogni giorno.L’avvocato è un lavoro d’ufficio e tribunali che chiede consistenza.Auguro di trovare una soluzione.

  4. emerenzianail 20/12/2020 20:15

    Io non sono nessuno per giudicare le scelte degli altri, ma visto che ci tengono a chiarire la situazione pubblicamente, posso anche dire la mia e il mio pensiero è che la gatta frettolosa fa i gattini ciechi. Secondo me il legame tra i due non era forte al punto tale da poter affrontare così presto l’arrivo di un figlio. I figli si fanno con consapevolezza, quando il rapporto è consolidato, non sulla scia di un amore folle che nei primissimi anni è normale sia tale.

  5. Hope 27il 20/12/2020 20:45

    Secondo me alla lunga le differenze sono emerse. La scelta di trasferirsi a Milano ha dato il colpo di grazia. Milano può costituire un’opportunità per lei (deve però evitare di gonfiarsi le labbra, ormai sono sproporzionate rispetto al viso), ma per lui???

    Secondo elemento: la famiglia di lui (i genitori, soprattutto). Immagino sia una famiglia riservata ma credo che, in fondo in fondo, non abbia mai condiviso le scelte del figlio. 

    Non credo c’entri una terza persona, semplicemente sono entrati in crisi loro come coppia. 

    Auguro loro di ritrovarsi!

  6. @le 20il 20/12/2020 20:57

    Da quando è nato il piccolino, lei è totalmente proiettata su di lui e credo che questo abbia influito molto sulla coppia. Probabile pure che il trasferimento a Milano abbia contribuito alla crisi che stavano già vivendo e che sicuramente si portavano dietro da tempo e non da un paio di settimane…
    Se il motivo di questa pausa non è la mancanza di sentimento, allora potrebbero anche recuperare. In caso contrario, mi dispiace per il bambino perché non avrà la possibilità di ricordarsi i genitori insieme e felici (ma, comunque, meglio separati che sotto lo stesso tetto ad urlarsi contro)

  7. Rosaria88il 20/12/2020 21:31

    Lungi da me giudicare ma io credo che la scelta di andare a vivere a milano non fosse poi così condivisa anche perché lui a napoli aveva un signor lavoro. Per quanto riguarda lei tutto questo lavoro non lo ha, vuoi che lei ormai ha superato i trenta, vuoi che in agenzia i lavori più sostanziosi li fanno solo tre ragazze quindi lei non è la punta. Questione dodo non ho elementi per giudicare, sanno loro cosa sia bene per lui

  8. NERIOil 20/12/2020 22:24

    io sono nel gruppo dei “non romantici” —sono il primo ( l’ho sempre detto) a sostenere le coppie che da ued dimostrano di provare a fare  sul serio, e loro l’hanno fatto ,quindi onore al merito in questo 

    però devo ammettere che non mi hanno MAI dato la sensazione di un grande amore, solido e bilaterale …

    spesso la coppia va avanti lo stesso, perchè  le difficoltà della vita quotidiana e della convivenza fanno fare squadra e solidificano il legame, anche se l’amore non è con a A maiuscola….altre volte invece la realtà vera fa evidenziare le troppe differenze, gli squilibri…e allora, in assenza di un forte sentimento, come nel loro caso, la coppia scoppia 

  9. pacificil 21/12/2020 08:40

    la mia opinione Non richiesta e del tutto superficiale mi fa porre dei quesiti non tanto su quando come Perché fare un figlio, mettere su famiglia ,ma per quanto tempo una possa continuare a avere delle velleità artistiche pur non possedendo nessun talento …. trasferirsi a Milano per aspirare ,nel migliore dei casi, a fare qualche mese in un reality, in un futuro neanche tanto lontano, perché poi si finisce nel dimenticatoio. ne vale la pena?

  10. Rosaria88il 21/12/2020 18:06

    Pacific è esattamente quello che penso e mi chiedo io,inoltre in agenzia i lavori più grossi li fanno altre ragazze, principalmente tre persone, più giovani di lei. Lei per me il treno lo ha perso

  11. Hope 27il 21/12/2020 22:20

    Sono d’accordo con voi. Però Rosa non credo si darà per vinta e cercherà di fare delle ospitate o, al meglio, di partecipare a qualche reality. Milano risponde meglio alke sue velleità artistiche …

Lascia un commento