Thelma e Louise è davvero un film cult sull’emancipazione femminile? Ma anche no! E Nerio ci spiega il perché…siete d’accordo con lui?

Thelma e Louise è davvero un film cult sull’emancipazione femminile? Ma anche no! E Nerio ci spiega il perché…siete d’accordo con lui?

Thelma e Louise…un film-trappola, da evitare

Tutti gli anni, almeno 3-4 volte viene messo in onda il film Thelma e Louise, su canali spesso diversi…si tratta di un film del 1991 , diretto da un grande regista americano, RIDLEY SCOTT, con due grandi attrici, Susan Sarandon e Geena Davis nei panni delle protagoniste e con una comparsata di un giovanissimo Brad Pitt (appena 28 anni).

Il film ha avuto un gran successo al botteghino, ha vinto diversi premi, però ha avuto pareri contrastanti dalla critica…viene ritenuto dalla maggior parte un film-cult della emancipazione femminile, come Easy Rider venne ritenuto l’icona piu’ eclatante della rivoluzione culturale del 1968 (su questo ultimo film concordo)

Ma alcune minoranze ritengono questo film ipocrita, o peggio deleterio e distruttivo e io, personalmente, SONO D’ACCORDO CON QUESTE MINORANZE…e anche le mie amiche dell’associazione culturale con cui collaboro.

Il regista, per dimostrare le sue tesi femministe ( ? ), ha voluto opprimere Thelma e Louise di tutte le catene e luoghi comuni che la società maschile impone alle donne…ovvero, bigottismo, conservatorismo, oscurantismo, opportunismo, senso di possesso e continua sensazione di superiorità dell’uomo sulla donna (persino Brad, agli inizi della carriera, ha accettato un ruolo maschile decisamente  disgustante)…e fin qui concordo, ma poi il regista si è lasciato prendere la mano cadendo nel pietismo!!!

Perchè si ha solo compassione di queste due povere ragazze che si vedono quasi obbligate a SUICIDARSI per non tornare “schiave” in una società completamente nelle mani degli uomini…

NO RAGAZZE! non è affatto così!!!

La morte quasi liberatoria di Thelma e Louise è, in realtà, un bruttissimo messaggio!!!

Perchè tra  il suicidio e la “normalizzazione”, ovvero l’accettazione in toto delle regole maschili, c’è anche una via di mezzo, cioè la ribellione, la possibilità di combattere, di stare unite (in questo le donne devono essere solidali), la possibilità di migliorare step by step…un pò alla volta…come poi mi pare stia accadendo nella società moderna.

Per esempio, nel film, Thelma si fa fregare da Brad Pitt, solo perchè lui è bello e fa il “fenomeno” e lei si intenerisce…no, non è un bel messaggio!!! Voi donne dovete fare un passo indietro sulle questioni d’amore, romanticismo e sul fatto che al cuore non si comanda...il DNA maschile è meno vincolato a questi macigni…e quindi è in vantaggio!!!

La vostra dignità di donna deve avere il primo posto, comunque dovunque…se avete in testa questo, ne verrete fuori sempre a testa alta!

“Uccidersi” (come Thelma e Louise…gesto forte ma inutile) o stare in silenzio ed ingoiare il rospo sperando sempre che, alla fine, l’amore vinca ogni ostacolo…sono soluzioni perdenti!

Voi cosa pensate?

Leggi anche...

Commenta anche tu questa discussione...

  1. faby65il 14/08/2018 23:33

    Son del suo stesso parere Nerio, la morte non è sinonimo di libertà e solo la libertà di scelta è sinonimo di emancipazione culturale. 

  2. lianatil 14/08/2018 23:50

    Sono daccordissimo con te Nerio bellissimo film ma per niente con un finale positivo ,e come dico sempre scappate subito se un’ uomo non vi porta rispetto se vi schiaccia se vi fa sentire fuori luogo se vi sminuisce correte lontano e amatevivi apprezzatevi e sappiate che siete grandissime e fighissime pure senza un ‘uomo .Ricordate che l’amore e follia no pazzia. THANKYOU Nerio per queste riflessioni KISS

  3. lun44il 15/08/2018 07:19

    Neri THANKYOU d’accoradissimo con te BRAA

  4. jafil 15/08/2018 10:10

    Thelma e luise é un film cult! Punto! Lo é a prescindere dalla fine cinematografica che il regista ha deciso per le protagoniste. Lo é come iperbole di una storia che cresce dal punto di rottura (la vendetta per la violenza subita…debolezza criticabile tanto quanto il salto nel vuoto) sino alla scena epica di quella macchina sospesa in un canyon con il sottofondo di una colonna sonora che fa storia!
    Quando é uscito il film eravamo ben lontani dalle lotte femministe americane, non é un film di denuncia é un film che racconta una crescita, attraverso il viaggio delle protagoniste! Quello é il messaggio…crescere con la consapevolezza di esserci e scegliere, ma come nella vita le scelte possono essere molteplici, giuste o sbagliate, trasporre la realtà é anche questo!
    Se si devono criticare i capolavori per i messaggi ‘scorretti’…il padrino, quinto potere, point break (esempi random)…sarebbero da cestinare…ma nn funziona proprio cosí!
    Uccidersi…finale scelto x thelma e luise…é solo uno dei finali possibili, ne é stato girato uno alternativo, ma é quello scelto dal regista, quello che ha reso il film immortale…arte!

  5. barbara76il 15/08/2018 10:28

    Jaf INCHINO stavolta ci sta THANKYOU
    DA DONNA STLOMPA

  6. NERIOil 15/08/2018 13:20

    x jaf e barbara: questi articoli non sono fatti per essere d’accordo , ma per far discutere, riflettere…se anche nessuna fosse d’accordo con me, mi va bene lo stesso 

    però  non ho capito barbara,  quel tuo “da donna” …certo che sei una donna…certo che il regista ha scelto uno dei finali possibili, che ci stava nel contesto..ma personalmente ( sottolineo  personalmente...e sono un  uomo) ritengo che abbia scelto un brutto finale…ma non nel senso cinematografico…in quello jaf  ha ragione, perchè è diretto molto bene ,  spettacolare e coinvolgente….e proprio per quello, percfè è bello come film, che il finale ha piu’ peso specifico  

    ed è brutto perchè non concordo affatto che non sia un film di denuncia , e il finale  tratta pur sempre di due donne che si uccidono!!!!   che ne hanno subite di tutti i colori dagli strxxxi del mio sesso…e l’unica soluzione che trovano è uccidersi!

    ma quello vuol, dire scappare!   che vittoria, che rivincita è???? ma quello vuol dire che è per la donna non esiste possibilità di riscatto!

    che fareste voi due , jaf e barbara? vi buttereste giu’ anche voi nel grand canyon, facendo cosi’ un regalo  gratis a tutti quegli uomini che si vedono togliere di mezzo due donne assai scomode? 

  7. barbara76il 15/08/2018 13:39

    Nerio non c’era nulla da capire. Il tuo è qualunquismo. Secondo la mia opinione. Sempre o quasi lo sei.Luoghi comuni e statisticket. “Da donna” hai non significa nulla. Come non significa nulla quando ti scrivi “da uomo”. Buon ferragosto.
    In ogni caso c’è libertà di parola per fortuna. Tu scriverai e io commenterò

  8. lianatil 15/08/2018 18:22

    Indubbiamente ogni uno ha le proprie idee ed è giusto esprimerle per quanto mi riguarda non critico il capolavoro cinematografico o la bravura degli attori e protagoniste , come ho scritto sopra un film bellissimo ma che ha un finale non positivo ,Io personalmente ho visto il film più volta e anche adesso che conosco il finale come la prima volta alla fine mi immaggino le protagoniste in una nuova città realizzate libere è felici e non solo per avere un lieto fine ma anche perché chi ha vissuto il 68 sa per certo che speranza delle lotte o ribbellione era di avere donne libere ma vive ,invece purtroppo ancora non è cosi anzi a volte ho la sensazione che abbiamo fatto un passo indietro .Che poi ci sono altri capolavori cinematografici che cmq non hanno un finale positivo o che non sono stati d’ esempio questo sicuramente è vero rimancono cmq grandi film che hanno vinto oscar ecc…che però se si vedono dal punto di vista sociale e riflessivo si possono avere opinioni diverse , Per quanto mi riguarda per le mie idee mi sarebbe piaciuto un finale diverso con una vittoria tutta al femminile ,questo indipendente dal fatto che il film mi sia piaciuto

Lascia una risposta