Il racconto scioccante di Francesca De André sulle violenze subite dal suo ex compagno Giorgio Tambellini

Il racconto scioccante di Francesca De André sulle violenze subite dal suo ex compagno Giorgio Tambellini

Il racconto scioccante di Francesca De André sulle violenze subite dal suo ex compagno Giorgio Tambellini

Circa un mese fa l’ex gieffina Francesca De André aveva rivelato, sul suo profilo Instagram, di aver subito delle pesanti aggressioni, per poi rimanere nel più totale silenzio.

Potete rileggere il tutto QUIEx gieffina rivela ai fan di avere subìto una grave aggressione.

Ora, a distanza di tempo, la donna è pronta per raccontare l’accaduto e lo ha fatto in un’intervista al settimanale Chi.

L’autore delle aggressioni è il suo compagno storico, Giorgio Tambellini. Con lui si era lasciata durante il Grande Fratello 16 e in quell’occasione aveva avuto una breve relazione con il modello Gennaro Lilio. 

Ma poi era ritornata con Giorgio.

Lei diceva che era l’uomo giusto e si era trasferita a Lucca, dove lui vive, per mettere su famiglia.

Ma la realtà del loro rapporto era ben diversa! La De André rivela di avere subito numerose aggressioni da Tambellini e di non aver mai sporto denuncia. Fino al fatidico giorno in cui la situazione è precipitata.

Un racconto agghiacciante

Ecco il suo toccante racconto.

“Circa due settimane fa, dopo la sua ultima fase “Off” in cui mi ha colpito, picchiato anche mentre ero a terra incosciente.

 Non appena ho ripreso i sensi, la mia vicina di casa, che aveva sentito le urla, mi ha salvato: mi ha portato a casa da lei e ha chiamato Carabinieri e ambulanza. Ma anche lui li aveva chiamati, per coprirsi le spalle.”

“Il comandante Massimiliano De Luca ha capito immediatamente la situazione. Lui è scappato da dietro casa, nel bosco, portando con sé il mio cellulare dove c’erano le prove di altre aggressioni.

Non volevo denunciare ma questa volta, l’ultima volta, la denuncia era d’ufficio perché è stato colto in flagranza di reato. Poi lo hanno preso e io sono finita in ospedale in codice rosso.

La TAC alla testa ha evidenziato un trauma cranico e poi c’era il corpo completamente tumefatto. Ero irriconoscibile. I capi di accusa sono così aumentati  e spero che la legge lo spedisca diritto in carcere.”

Una storia terribile di cui la cronaca, quotidianamente, è assurdamente piena.

Non è semplice, ma denunciare è fondamentale per evitare che i gesti violenti possano sfociare nel gesto estremo, Francesca ha avuto la “fortuna” di essere aiutata da chi aveva compreso la situazione e non le ha voltato le spalle.

Speriamo che il suo racconto possa essere un esempio per tutti, purtroppo le persone difficilmente cambiano…

by Emmaforever

Seguiteci su Telegram cliccando qui

Seguiteci su Twitter cliccando qui

Leggi anche...

Lascia un commento