Adriana Volpe torna a parlare di quando lavorava in Rai e non si sentiva libera come nel suo nuovo programma. E’ preoccupata degli ascolti? E che ne pensa dei siti di gossip che la mettono sempre in mezzo? Ecco arrivare finalmente una risposta sincera

Adriana Volpe torna a parlare di quando lavorava in Rai e non si sentiva libera come nel suo nuovo programma. E’ preoccupata degli ascolti? E che ne pensa dei siti di gossip che la mettono sempre in mezzo? Ecco arrivare finalmente una risposta sincera

Adriana Volpe Gfvip

Adriana Volpe è colei che forse dal Grande Fratello Vip ha guadagnato di più. Entrata permeata dall’ombra che le regalava il distacco dalla Rai, è riuscita a farsi conoscere e amare da tanti fan ed ad ottenere un contratto per un programma su TV8. In fatto di ascolti però sta andando malino, ciò non diminuisce la felicità della conduttrice che si è tolta un fardello dalle spalle abbandonando un ambiente che non le era più consono. Ecco cosa racconta a ‘Tv Sorrisi e Canzoni':

«Grazie alla partecipazione al “Grande Fratello Vip” ho scoperto la gioia della libertà di pensiero e di espressione. E ora sono fiera di lavorare in una rete, Tv8, che e libera da condizionamenti politici ed editoriali».

Quando lavorava in Rai non si sentiva libera?

«Diciamo che per molto tempo sono stata poco piu di uno strumento, un volto che doveva dire le cose così come erano scritte. Questo, se da un lato ti garantisce una sicurezza assoluta, dall’altro ti impedisce di essere te stessa. Ora in “Ogni mattina” magari sbaglio, ma sono libera».

Lei é preoccupata per i risultati di queste prime puntate (1% di share, meno di 100 mila telespettatori)?

«Assolutamente no. Lavorare in una rete come Tv8, che vuole essere una voce libera e autorevole, ci rende diversi da tutti gli altri. Noi non puntiamo agli ascolti ma, appunto, a essere differenti grazie anche alla sinergia con Sky Tg24 che ha permesso, tra l’altro, il debutto del Tg8, il primo telegiornale del canale».

Anche alla luce di questi ultimi fatti, considera l’esperienza a “Ogni mattina” come una sorta di riscatto dopo la burrascosa chiusura del suo rapporto con la Rai, avvenuta lo scorso anno?

«Più che di riscatto, parlerei di percorso di vita. È la conferma di quello che è diventato il mio modo di pensare: le difficoltà sono opportunità».

Per lavorare a TVS si è trasferita da Roma a Milano: come si trova?

«Benissimo! Ero partita da Roma un po’ prevenuta: immaginavo Milano come una città che corre, molto individuale, e invece ho trovato una città che accoglie e dove tutto funziona. Nel quartiere in cui abito, Brera, ci sono un sacco di trattorie e di negozietti, e io ho gia trovato i miei punti di riferimentol».

Con una diretta quotidiana di quattro ore non avrà molto tempo per i negozietti…

«Effettivamente. . . Anche perché la mia giornata ha un’organizzazione ferrea: sveglia alle 7, anticipata alle 6.30 se devo lavarmi i capelli, poi colazione veloce prima che arrivi la macchina che mi porterà in redazione. Lungo il tragitto compro i giornali e alle 8.15 ho la prima riunione per la scaletta del programma. Dalle 10 alle 14 andiamo in onda e alle 15, dopo il pranzo in mensa, respiro per la prima volta nella giornata. Dopo un’altra breve riunione torno a casa e inizio a fare il mestiere più bello del mondo: la mamma. Con mia figlia Gisele usciamo, andiamo in bici… ci divertiamo un sacco! La sera, poi, se ho voglia di vedere qualcuno preferisco invitarlo a casa: mi piace cucinare e mangiare con gli amici».

A proposito di cene e amicizie, in “Ogni mattina” c’è spazio anche per il gossip: una piccola rivincita per lei che, spesso, ne è una protagonista involontaria?

Ohhh finalmente una che risconosce che gli articoli di gossip portano bene ;)

Seguiteci su Telegram cliccando qui

Leggi anche...

Commenta anche tu questa discussione...

  1. leail 14/07/2020 19:52

     Alla faccia, a Brera si è sistemata la signora, starei bene anche io STICAPP 

Lascia una risposta