#anticipazioni #uominedonne #dettagliate della Bat-talpa del 14 novembre: Sabrina Ghio prima di scegliere racconta chi è, parla del suo passato e del “demone” della depressione, ecco tutto (davvero tutto) quello che è successo ieri in puntata…le sue parole sincere e la risposta che non avrebbe mai voluto ascoltare, vi sembrerà di essere stati lì, al suo fianco…per l’ultima volta! Ad Angela Caloisi le parole di Paolo Crivellin non bastano più…cosa succederà ora?

Sabrina Ghio prima di scegliere racconta chi è, parla del suo passato e del “demone” della depressione, ecco tutto (davvero tutto) quello che è successo ieri in puntata, vi sembrerà di essere stati lì!

23659835_10213723636992701_653004705_o

Oggi Sabrina ha fatto la sua scelta, come in molti preventivavano da giorni: con la dipartita di Raniolo il suo trono in un modo o nell’altro sarebbe dovuto giungere ad un epilogo. E in effetti già dopo le prime battute Maria annuncia che oggi Nicolò R. c’è.  POPCORNS  POPCRN  POPCORNS  POPCRN

Torniamo un attimo indietro, il primo ad entrare è Nicolò Fabbri che ancora non sa della presenza dell’altro.

Maria mostra un video messaggio che Sabrina ha voluto mandare a Nicolò, nel quale gli dice che farà la sua scelta e gli farebbe piacere che lui ci fosse in puntata, procede quindi con i best moments con entrambi.

Gianni ritiene che Nicolò F. e Sabrina siano carini ma con Raniolo trasmettevano belle emozioni e gli dispiace molto come sia finita.

Sabrina e Nicolò F. hanno passato la giornata insieme, su richiesta della tronista che ne aveva bisogno per dipanare alcuni dubbi che aveva, Nicolò la va a prendere a casa e le urla da sotto la finestra “Giulietta Giulietta, perché sei tu Giulietta?”, e Sabrina di rimando “Mi chiamo Sabrina!”, e lui “Lo so, dici che di te non so niente ma almeno al nome c’ero arrivato”. ( Si riferiscono alla scorsa puntata dove lui chiedeva di arrivare alla scelta e lei stizzita gli fece notare che non conosce nulla di lei: colore preferito, piatto preferito, hobby, passioni ecc.)

Dopo questo scambio di battute salgono in macchina e lui la porta ad Anzio, il suo paese natale e le domanda se è nata e cresciuta lì, Sabrina risponde che ci ha vissuto fino a quando non gli è diventato stretto ed ha avuto bisogno di cambiare aria. Ha raccontato anche di una parte della sua vita molto triste, di come subito dopo la nascita di sua figlia, a 25 anni, ha dovuto affrontare un periodo di depressione che è finito solo 2-3 anni fa, un periodo oscuro di cui non riusciva a parlare con nessuna amica, perché se ne vergognava.

Ha parlato di come dopo la nascita della figlia è andata a vivere da sola a Roma, lontana dalla sua famiglia, e si è trovata ad affrontare situazioni nuove, come Penny con la febbre o che piangeva per motivi che non riusciva a capire. Da questa situazione è riuscita ad emergere a poco a poco e si incolpa per aver preso nella vita sempre scelte sbagliate o tese a soddisfare gli altri prima che se stessa. Nicolò l’ascolta e le dice che scegliere di crescere sua figlia da sola, lontana anche dalla mamma, è stato un come voler dimostrare di essere in grado di farcela, mentre avrebbe potuto cercare più appoggio nella famiglia e non dover fare la Wonder Woman.

La seconda parte si svolge al mare, lui vuole fare una foto con lei al tramonto perché Sabrina è appassionata di tramonti e li fotografa sempre, ma lei si gira o si copre e lui rinuncia.

Questa parte è più freddina, dopo essersi raccontata mette dei paletti con lui, della distanza. Lui ad esempio le dice che il suo essere bambina e allo stesso tempo donna lo fa impazzire, lei si lascia abbracciare ma non da l’idea di voler fare di più. Parlando di Nicolò e del temporeggiamento sulla scelta, Sabrina dice che le emozioni provate fino a 10 giorni prima non può accantonarle e Fabbri le risponde che non sa come reagirebbe in caso lei dovesse richiamarlo.

L’esterna finisce con un abbraccio e con Sabrina che raccoglie una conchiglia e gliela regala dicendo “Ora è un ricordo ed è molto meglio di una foto”.

In studio Gianni infatti fa notare che Sabrina è stata più fredda e guardinga nella seconda parte dell’esterna, bisogna ora capire se Raniolo c’è e Maria dice che è presente e quindi lo fa entrare. Lui sembra cascare dalle nuvole e non capisce il perché della sua presenza, perché non ha cambiato idea rispetto a due settimane fa e direbbe le stesse cose, con modi diversi. Sabrina cerca di rimanere sul vago dicendo che ha scelto di terminare il percorso con la conoscenza di due persone ed è giusto ci siano entrambe alla sua scelta.

Nicolò Fabbri dice che non si alza e se ne va, solo per rispetto di Sabrina, ma lo farebbe.

Visto che lo conosce Gianni chiede a Sara che ne pensa di Nicolò e lei risponde che è un ragazzo molto carino, a modo, un po’ stronzetto ma lo vede molto preso.

I due corteggiatori vengono fatti uscire e si passa alle predizioni: secondo Tina sceglie Fabbri e se non lo fa lui avrebbe tutto il diritto di fare una scenata, per tutti gli altri (Gianni, Mario, Paolo, Nilufar) sceglierà Raniolo. Nilufar è stata molto carina, ha preso Sabrina per mano e le ha detto che per lei è una Wonder Woman e che si merita una bella storia d’amore. Gianni le fa eco e le dice che è una delle troniste più interessanti degli ultimi anni, bella, solare, che ha molto da dire.

Lei è molto emozionata, appena entrata aveva dichiarato “mi sto cagando addosso” e continua a dire a Maria che non sa che dire alla scelta. Sono tutti concordi che Nicolò sarà un no, Maria le domanda se sua madre sa e appoggia la scelta, lei risponde che sa, ma non approva e si starà chiedendo “Ma perché ho fatto una figlia così cogliona?”. Maria le dice che fa bene a scegliere chi vuole lei, nonostante sia stata la prima ad averle detto che era una causa persa e che Raniolo è venuto, ma non voleva nemmeno entrare e ci sono voluti Claudio, Raffaella e infine lei a convincerlo a farlo, tant’è che dalle 15.30 che bisognava iniziare si è arrivati alle 17 passate (Grazie Nicolò, di cuore. Come se 4 ore di attesa non fossero sufficienti… BUD )

Prima di fare entrare i due ragazzi c’è tempo per i saluti alla redazione, Sabrina ha dei pacchetti per Gianni, Tina, Maria, Claudio e Raffaella (e per me niente? BUD HAHA HAHA ), con dei pensierini e delle lettere. Tanto per smorzare la tensione Tina legge il suo e c’è scritto “Prima di venire mi hanno detto tutti di far attenzione a Tina che se ti prende di mira è la fine, ma io lo sentivo che saremmo andate d’accordo. Grazie per tutte le risate che mi hai fatto fare”.

Prima di far entrare il primo Nicolò, Sabrina abbraccia ancora una volta Gianni e poi fa entrare Nicolò Fabbri. Gianni le dice che al di là di come finirà oggi spera che anche fuori trovi un uomo che la meriti e il grande amore che sogna.

A Nicolò dice:

“La prima volta che in studio ci siamo guardati mi hai fatto ridere ed è per questo che ti ho portato fuori. Mi hai corteggiata facendomi sentire desiderata e come ogni donna vorrebbe essere corteggiata. Ci sono stati momenti dove non mi sono riuscita a fidare di te ma sono comunque andata oltre. Ho voluto fare quest’ultima esterna per sciogliermi tutti i dubbi che avevo, perché mentre conoscevo te in parallelo conoscevo anche un’altra persona e quando è andata via sono andata in confusione.Ho pensato alla nostra differenza di età, se poteva essere un problema, e al fatto che per quella persona provavo un sentimento che in dieci giorni non può smettere di esistere. Mi hai chiesto di fare una scelta convinta al 1000% e non lo sono. Oggi cerco di fare la scelta che farà meno male a tutti: non posso sceglierti perché ti prenderei in giro e prenderei anche in giro me e non sarebbe giusto. Io sono una persona che non è capace di fare del male a nessuno e non voglio illuderti di qualcosa che non potrò darti fuori“.

Nicolò le risponde facendole un in bocca al lupo per lei e per Penny, poi dice che sarà dura riprendersi e lei gli risponde: “Sei così giovane, così bello, non ci vorrà molto”, ma molto teneramente, in effetti dalla risposta sembrava quasi una mamma o una zia. Maria chiede se vogliano fare un ultimo ballo e ballano al centro dello studio.

Prima di fare entrare Nicolò, Sabrina giustifica la sua scelta dicendo che non avrebbe avuto senso scegliere l’altro per ripiego o per farsi qualche copertina, che sa che i petali rossi che tanto sogna non scenderanno ma non c’è scelta più giusta di scegliere Nicolò R.

Non ha senso fare l’orgogliosa o non sceglierlo temendo il rifiuto o scegliere qualcuno di cui non è presa, sa cosa vuol dire provare un sentimento non ricambiato avendolo provato sulla sua pelle e non lo farebbe mai a nessun altro.

Entra finalmente anche Raniolo.

Sabrina gli dice:

“Non so davvero che dirti, come iniziare, guardo i tuoi occhi e vado in panico, perché mi ricordano una persona…tu hai uno strano potere su di me, mi mandi in panico. Quando dieci giorni fa te ne sei andato via io ero molto arrabbiata e non ti sono venuta a cercare per quello. Ero troppo ferita dal fatto che io cercavo la tua mano per un abbraccio e non l’ho trovata. Non riesco però a non considerare le emozioni che ho provato con te e anche se so che il tuo sarà un No la mia scelta saresti stata tu.”

Nicolò risponde e poi ne nasce una sorta di chiarimento:

“Io non ho cambiato idea rispetto a quello che ti ho detto due settimane fa, purtroppo non l’ho detto nel modo in cui volevo ma mi sono innervosito e tutto il pubblico e Tina che commentavano e mi davano contro mi hanno reso difficile dire le cose con chiarezza. Sono anche rientrato per poterlo fare senza essersi riuscito. Tu non sei il problema, non è che se mi chiedono di Sabrina io rispondo che è una brutta persona, se mi chiedono “Ti piace Sabrina?” io non posso che dire che mi piace come persona, è una bella persona. Non ti rimprovero nulla, non hai sbagliato tu ma non ho sbagliato nemmeno io, l’unica cosa che per me hai sbagliato è stata baciare Nicolò, e non il fatto che tu l’abbia baciato, ma il quando, questa è l’unica cosa che ti rimprovero. Per il resto sei una bella persona e io oggi non volevo entrare per doverti dire davanti a tutti di nuovo queste cose, perché mi dispiace e vederti soffrire come due settimane fa ti giuro che fa soffrire anche me. Avrei voluto chiarire queste cose solo con te e non con tutto il parterre e se chiedi a Claudio ti può confermare che gli ho scritto che alla fine del tuo trono,anche se fossi andata via con l’altro Nicolò, io gli avrei mandato un messaggio da farti recapitare o avrei chiesto il tuo numero per chiamarti e spiegarti. Tu mi piaci come persona ma se torno a casa e penso a te nella mia vita non sono sicuro di vedertici, non ti ci vedo. Non posso dirti si”.

A questo punto Sabrina si gira verso Maria e le dice “Ok, adesso basta”. Non arrabbiata o rancorosa, però non ce la faceva più, per quanto previsto è comunque un rifiuto…si abbracciano e Nicolò va via.

Sabrina dice a Maria che la ringrazia, che spera di non aver deluso nessuno e che gli mancheranno tutti, che lo sapeva ma sperava comunque nel colpo di scena.

Con un ultimo sorriso e sotto l’applauso del pubblico saluta tutti ed esce. KISS

Paolo è un macigno e non ce la faccio più a star dietro a persone che ragionano in maniera così razionale e ponderata, soprattutto se l’oggetto della discussione è lo stesso della scorsa settimana ed occupa 40 minuti di registrazione. BUD

Per farla breve a Paolo manca un quid emozionale da parte di Angela che lo spinga a sceglierla e per ora è interessato comunque a proseguire con altre ragazze oltre a lei. Angela si è arrabbiata perché ha fatto di tutto per potergli arrivare, ma se dopo 3 mesi ancora non ha quella spinta nei suoi confronti non ci arriverà mai e non può aspettare che nasca tra loro o di vedere se gli nasce con qualcun’altra.  POPCORNS  POPCRN  POPCORNS  POPCRN

E’ la seconda seduta psicologica che fanno a Paolo dopo quella della scorsa settimana, si vede che è una cosa che sta molto a cuore a Maria o non gli avrebbe dedicato più dei dieci minuti che di solito concede alle cose.  Vuole far capire a Paolo che deve lasciarsi andare, non giudicare tutto quello che le ragazze fanno o le allontanerà o plasmerà a sua piacimento per paura che poi lui non le voglia più.

Con Angela hanno avuto un chiarimento dopo la scorsa puntata, dove lei appunto gli dice che non ce la fa più ad aspettare che lui la scelga e che tutti i complimenti che lui le fa ”sei bella, sensuale, sensibile” non le bastano più. Che non è possibile che lei arrivi in puntata tutta contenta per la sorpresa e il loro bacio e lui non spenda una parola al riguardo, ma addirittura si metta a guardare nuove ragazze e a dire a Marianna che ha due palle così…solo perché ha fatto un commento FIENO , e contro di lei per giunta. Non è più disposta ad aspettare, tant’è che in esterna non si presenta.

Paolo in studio si dice arrabbiato con lei e lei lo è ancora di più. Paolo le recrimina che non può essere così gelosa, che lui guardi o voglia uscire con altre e poi non presentarsi in esterna anche solo per discutere, Angela gli risponde che è tornata in hotel più incavolata di prima che si incontrassero e l’esterna sarebbe stata inutile, inoltre sperava che non vedendola lui le andasse a bussare a casa, invece non ha ottenuto niente.

Paolo le risponde che se in studio oggi non ci sarebbe stata sarebbe andato a Caserta da lei. Qui Maria si intromette per fargli capire che le cose non deve studarle, non deve pensare “vado da lei se lei oggi non viene, se non chiariamo” e altre mille condizionali. Deve lasciarsi andare e fare le cose con spontaneità.  (yo)

Entrando nel vivo del confronto Angela ammette che non ha conosciuto la vera lei o comunque non tutta perché lei ha paura del suo giudizio e ogni volta ha come la sensazione che lui in esterna compili una pagella su quello che le corteggiatrici fanno e dicono. Maria le chiede come mai non ha ballato con Nicolò (il nuovo tronista) la scorsa puntata e lei risponde che aveva paura di come Paolo l’avrebbe giudicata. Le altre ragazze sono d’accordo con lei e anche Tina, che gli fa degli appunti che lo smuovono e tutti sono contenti di vederlo un po’ a briglie sciolte.

Nicolò si intromette dando delle opinioni e a lui proprio non va giù, ma Maria gli fa notare che quando c’era Mattia non si faceva problemi a commentare anche il suo trono, ma Paolo puntualizza che Nicolò di lui o del suo percorso non sa nulla e trova inutile fare ora i commenti “io non farei mai questo, io non farei mai quello”. Cerca poi di dire che se è venuto a Uomini e Donne è per conoscere una ragazza in maniera diversa e spendere più tempo nella conoscenza, cosa che prima per errori suoi non faceva, Tina gli dice spazientita che quando vengono a Uomini e Donne vogliono sempre la ragazza perfetta, mi deve scatenare questo, mi deve scatenare quello e poi fuori vanno indistintamente con tutte.

La discussione è questa, un po’ un impasse visto che sono gli stessi temi di quella precedente e non ci sono grandi sconvolgimenti, anzi. A parte che Paolo dichiara di aver chiesto di non avere più ragazze e che proseguirà solo con quelle che ha (Angela, Giorgia, in panchina perché ha sbagliato a non aver reazioni, e Marianna, che ha portato un’esterna una solo volta questa settimana).

Commenta anche tu questa discussione...

  1. perlinatoil 16/11/2017 10:53

    Ma dai, che discorso è?! Basta con sta storia dell’età. Sabrina ha fatto bene a salire sul trono e non è assolutamente vero che i ragazzi tra i 20 e 30 sono tutti vuoti o incapaci tanto da precludersi una conoscenza solo perché una donna ha un figlio (es. Marco Fantini). Qui il discorso è diverso! Credo che Sabrina si sia giocata male le sue carte con la sua scelta, e lo dico senza fargliene una colpa assolutamente. In Nicoló la curiosità era anche nata ma lei è sempre rimasta sulle sue con lui e lui a na certa le ha detto ciaone!

  2. soniatomail 16/11/2017 18:34

    Sono passati un po’ di giorni e ho letto un concetto affascinante in un libro: haniel era l’arcangelo dell’innamoramento. Compito fondamentale degli Arcangeli era togliere agli uomini il peso del loro passato, e l’innamoramento era giustamente inteso come un’esperienza di liberazione dal passato e di interiore rinascita. Alla luce di questa prospettiva posso pensare che Sabrina non è pronta per cambiare e innamorarsi, infatti si preoccupava del dopo (differenza di età, dicerie , giudizi, ecc…) non aveva quella spensieratezza, quell’apertura verso l’altro.

  3. sumi86il 17/11/2017 23:47

    sabrina mi ricorda lucia pavan e raniolo costantino…

1 2 3

Lascia una risposta