Il giovane attore sparito da un mese dai social confessa: “Ho una lesione tumorale alla testa”

Il giovane attore sparito da un mese dai social confessa: “Ho una lesione tumorale alla testa”

A 27 anni dovrebbe essere proibito categoricamente ammalarsi per tumore eppure è ciò che è accaduto all’attore Riccardo Manera, protagonista della serie “Volevo essere una rockstar” andata in onda su Rai 2.

Per chi non ha visto la serie potrebbe riconoscerlo nei ruoli recitati nel Il silenzio dell’acqua con Ambra Angiolini e Giorgio Pasotti nel 2019 e nel 2020.

Oppure in Vivi e lascia vivere con Elena Sofia Ricci e quest’anno lo si vedrà nei film Gli anni belli e del film Prima di andare via.

Insomma una carriera fortemente in ascesa…fino allo stop che la malattia gli sta imponendo.

Proprio ieri ecco cosa ha dichiarato l’attore sui social, rispondendo ai fan che lo vedevano per scomparso da un mese:

Chiaro, conciso, ironico, Riccardo spiega ai fan cosa gli è successo, cosa ha nella testa che non va e cosa succederà nei prossimi 20 giorni in attesa di diagnosi completa.

Lui diventa un grande esempio per tutti nel momento in cui dice apertamente che lotterà con tutto sè stesso per uscirne indenne. Fedez insegna no?

Fedez decide di parlare di quando ha scoperto di avere il tumore al pancreas e le sue parole commuovono tutti

E pensare che proprio nella serie ha dovuto combattere, per finta, proprio del male che ora lo affligge. La vita a volte è veramente strana!

In bocca a lupo Riccardo, speriamo di scoprire presto che non era nulla di grave.

Seguiteci su Telegram cliccando qui

Commenta anche tu questa discussione...

  1. CapaMoniqueil 15/07/2022 06:29

    Che disgrazia…speriamo bene per Ric.

  2. NERIOil 15/07/2022 14:11

    ciao Monica! nel post della malattia di Fedez, il mese scorso, commentarono solo in due…ma io ho letto il tuo di commento…e mi è piaciuto un sacco…cioè quando hai scritto che non osi pensare a quei poveretti  che affrontano queste battaglie…ma senza avere popolarità  e sopratutto soldi a sufficienza per affrontare il disagio enorme…pratico, logistico  e sanitario 

    potrei fare un esempio lampante che evidenzia questo  concetto …ma dovrei fare un nome ( ed è pietoso e saggio tacere…altrimenti vado troppo oltre) 

     

  3. arymil 16/07/2022 14:30

    In bocca al lupo Riccardo

Lascia un commento