Martina Colombari rivela di avere il Covid e critica il comportamento di Mietta a Ballando con le Stelle, nel frattempo il codacons si schiera contro Selvaggia Lucarelli

Martina Colombari rivela di avere il Covid e critica il comportamento di Mietta a Ballando con le Stelle, nel frattempo il codacons si schiera contro Selvaggia Lucarelli

Non si placano le polemiche intorno alla vicenda di Miettala cui partecipazione come concorrente a Ballando con le Stelle è stata sospesa perchè ha contratto il Coronavirus. Come sapete, la cantante ha esitato davanti alla domanda della giurata Selvaggia Lucarelli se fosse o no vaccinata e questo ha riaperto le polemiche sull’obbligatorietà dei vaccini.

In questa polemica è intervenuta anche Martina Colombari che sul Corriere della Sera ha dichiarato sull’esitazione di Mietta ad ammettere di non essere vaccinata:

“E’ una sua libertà ma, dal momento che è uscita la notizia, a questo punto lo dici. C’è la privacy, certo, ma anche questa benedetta privacy viene invocata quando ormai siamo tracciati ovunque, soprattutto sui social”.

Nel frattempo la stessa Colombari ha ammesso di essere positiva al Covid, anche se in forma leggera perchè vaccinata e Mietta dal suo profilo Instagram ha confermato di non essere vaccinata per motivi di salute ma lo farà appena le sarà possibile.

A favore della cantante invece si schiera il Codacons che mette Selvaggia Lucarelli e la Rai in una posizione alquanto scomoda:

“C’è stata una gravissima violazione del diritto alla privacy nel corso della puntata di Ballando con le stelle, che ha scatenato una caccia alle streghe su web e social network a danno di una concorrente del programma, Mietta, e che ci porta oggi a chiedere interventi urgenti ai vertici Rai“. Dal Codacons precisano di essere “da sempre favorevoli alla vaccinazione contro il Covid” ma, “così come contestiamo gli eccessi e le violenze dei no-vax, allo stesso modo dobbiamo stigmatizzare il comportamento aggressivo di chi, in diretta tv, ha lanciato una ‘inquisizione’ per sapere se concorrenti e ballerini della trasmissione si fossero sottoposti al vaccino. Chiedere in diretta televisiva, davanti a milioni di spettatori, dettagli circa aspetti riservati legati alla salute e alle scelte private di una concorrente, appare un gesto molto grave e sanzionabile nelle sedi opportune“. 

Ovviamente Selvaggia non ha tardato a replicare a tutti:

Clicca sulle immagini qui sotto per ingrandirle

Che ne pensate dell’intera vicenda? Cosa intenderà fare ora la Rai? La Lucarelli dovrà chiedere scusa?

by emmaforever

Seguiteci su twitter cliccando qui

Seguiteci su Telegram cliccando qui

Leggi anche...

Commenta anche tu questa discussione...

  1. teorosariail 26/10/2021 02:22

    non credo che la giornalista abbia sbagliato,la produzione  del programma BALLANDO CON LE STELLE  non doveva permettere di partecipare a chi non e vaccinato,al di la delle patologie che una si puo’ portare dietro.il grenn pass serve a questo a tutelare se stessi, non mancando di evitare agli altri di potersi contagiare  e divenire positivo.potevano prendere un’altro artista gia’ vaccinato, evitavano problemi legali da diritto di privac

    y.

  2. NERIOil 26/10/2021 02:34

    ritengo la Rai mancante, assolutamente in difetto

    io, per andare in piscina , devo esibire il green pass…e lo trovo giusto, visto la situazione …quindi non vedo perchè Ballando deve comportarsi diversamente 

     Ballando, è una trasmissione in cui i contatti fisici abbondano …onde x cui  non c’entra la libertà individuale di non vaccinarsi .

    la libertà individuale è completa se sei da solo, ma se sei in un gruppo, una comunità, una squadra, …la libertà individuale finisce dove comincia quella di un altro accanto a te 

     

  3. Dubbiosoil 26/10/2021 05:04

    Dal punto di vista legale la Rai non ha sbagliato, essendo necessario il solo greenpass per poter lavorare (e il greenpass si ha anche Col solo tampone); Spero però che vengano fatti almeno i tamponi veloci prima di prove e trasmissione al fine di diminuire il rischio.
    Detto questo è chiaro che da un punto di vista pratico sarebbe stato preferibile quanto meno essere informati sullo stato di vaccinazione del cast e del personale.
    Aggiungo che l’errore di Mietta sarà stato più il non seguire le norme di sicurezza al di fuori del programma (diciamocelo a che serve fare il tampone sé poi due minuti dopo sei in mezzo alla folla senza mascherina AD alitarsi in faccia?)
    Sul Codacons non mi esprimo, sebbene in teoria ha ragione,ormai è solo uno strumento mediatico a fini politici o peggio per semplice simpatia

Lascia un commento