Domenica In, Paola Perego e Pino Insegno: “Ospiti, gara musicale, angolo della poesia, concorrenza di Canale 5 stimolante”

Nuove anticipazioni e dichiarazioni su Domenica In, al via il 5 ottobre eccezionalmente alle 16.30 (andrà dopo il Gran Premio di Formula 1 mentre L’Arena già “si riposerà”) mentre dalla settimana successiva partirà alle 16.

“Avremo una gara canora – racconta Paola Perego a Tv Sorrisi e Canzoni e Telepiù – che vedrà partecipare cantanti provenienti dai talent e big della musica italiana e una giuria molto particolare”. “Inoltre ci sarà un angolo dedicato alla poesia – aggiunge Pino Insegno – una novità a cui teniamo molto”.

“Come sempre avremo tanti ospiti: personaggi dello spettacolo, dello sport e della cultura. Molti nomi sono top secret – dichiara lei – perché un programma vive anche di sorprese, ma possiamo dire che nella prima puntata ci sarà una star di Hollywood: Denzel Washington”. E lui: “Lo vedrete, è stato un incontro molto amichevole e molto bello. Denzel, come tutti i grandi, è una persona alla mano e amichevole. Mi sono presentato con un ‘mi chiamo Giuseppe Insegno, in inglese Joe Aitich, ma per tutti sono Pino like the tree (come l’albero)’ e subito la conversazione ha preso una piega allegra”. E poi: “Non avremo ruoli definiti. né saremo uno la spalla dell’altro. Anzi, se proprio vogliamo considerare Paola la primadonna, allora io sarò il… ‘primouomo’! Nel clima e nell’atmosfera assomiglierà un po’ alle storiche Domenica In di Corrado e Pippo Baudo. Vorremmo dare al telespettatore notizia di quello che può vedere al cinema e a teatro”.

Nel promo della trasmissione i due si presentano come Sandra Mondaini e Raimondo Vianello. “Ci conosciamo da più di vent’anni – racconta Pino – e finalmente lavoriamo insieme, Paola sa che con me è tranquilla, può lasciarsi andare, divertirsi”. E Paola: “Il bello di Pino è che nella vita è come si vede in video: spiritoso e con la battuta sempre pronta, tra noi c’è tanta complicità”.

E sulla concorrenza di Domenica Live (5,5) lei dice: “Ognuno fa il suo programma e la concorrenza a volte può essere stimolante”. Lui: “Non è questione di numeri. Uno entra in campo cosciente delle proprie forze. Noi facciamo una cosa che ci piace molto e, quando parti così, è già un punto a tuo favore. Poi sarà la gente a giudicare”.

Leggi anche...

Lascia una risposta