‘Grande Fratello Vip’ Esilarante intervista a Pupo che si mette a nudo raccontando la sua visione aperta del sesso, l’amore a tre, e aneddoti su vari amici Vip a noi molto noti che ha letteralmente messo in mutande!

Esilarante intervista a Pupo che si mette a nudo raccontando la sua visione aperta del sesso, l’amore a tre, e aneddoti su vari amici Vip a noi molto noti che ha letteralmente messo in mutande! Leggetela se volete divertirvi!!!

puoi gfvip

 

 

 

 

 

 

 

Quando abbiamo letto questa interivista di Pupo, al secolo Enzo Ghinazzi, rilasciata al settimanale ci siamo fatti un sacco di risate. E’ divertente, irriverente e un tantinello ‘hot’, al punto da renderla interessante e non noiosa nonostante la sua lunghezza, ed è per tale motivo che ve la proponiamo. Leggetela con attenzione e fatevi anche voi una bella risata:

Pupo è così, ha rinunciato a cifre importanti pur di non partecipare ai reality.

«Me li hanno offerti tutti», svela, «dal GF alla Fattoria, da Music farm all’Isola dei famosi, da Ballando con le stelle Ora o mai più. Probabilmente mi considerano un personaggio in grado di movimentare le situazioni. Ma per me un artista che si chiude dentro una casa sminuisce le proprie peculiarità. Non voglio offendere nessuno, ci sono personaggi che con i reality ci campano perché sono bravi ad apparire. Il mondo dello spettacolo ha aperto le porte a tutti e oggi lo showbusiness ti chiede di essere bravo a rappresentare il volto della società “usa e getta” in cui viviamo. Farò il concorrente solo se non avrò da mangiare per i miei figli».

“D: Qual è stata l’offerta più allettante?”

“Mi proposero 250 milioni di lire per fare Music farm quando avevo veramente bisogno di soldi, ma non mi vedevo con altri vecchietti a cercare il successo perduto. Per questo ho rifiutato di fare il giudice a “Ora o mai più”, perché prometteva una cosa che non poteva mantenere, cioè riportare al successo dei cantanti disperati che al massimo faranno più serate nelle piazze, ma il successo non te lo può garantire nessuno.”

“D: Non ha fatto il concorrente ma è stato inviato per La fattoria nel 2005 con Barbara D’Urso.”

Mi avevano chiamato come concorrente e ho risposto: “Sono un cantante e un conduttore, se mi date mezzo milione di euro faccio il concorrente, ma se mi fate fare l’inviato chiedo solo il rimborso spese.” Una settimana prima che partisse il programma mi hanno chiamato: “È stata accettata la tua follia”.”.

“D: Lì scoprì che Eva Henger non era bionda.”

“Ero sotto l’albero della cuccagna e lei lo stava scalando con una gonna. Dallo studio la chiamarono “biondina” e io risposi: “No, non è bionda naturale”. Una battuta storica.”

“D: Sarà opinionista al GfVip con Wanda Nara, è il suo genere?”

“L’ho trovata molto dolce, ma non è il mio tipo. Ha un bellissimo davanzale, ma a me piace la donna androgina: sessualmente sono borderline, mi piace la donna che somiglia all’uomo.”

“D: Ha superato quel limite?”

“No, ma non avrei problemi. La volta che ci sono andato più vicino? Una sera a Milano ero talmente ubriaco che scambiai una trans per una donna bellissima e solo a letto scoprii la “sorpresa”. Ho dovuto trovare una scusa per liberarmi.”

“D: Ha avuto oltre 600 donne le ricorda tutte?”

“Non le ho contate ma credo che molte non le riconoscerei. Quando mi ferma qualcuna e me lo ricorda io fingo di aver subito un’operazione che mi ha fatto perdere parte della memoria, sono un po’ un cazzaro, ma lo faccio per non essere scortese.”

“D: Vive da anni con sua moglie, la sua compagna e le sue tre figlie, una scelta che non tutti condividono.”

“Per me è una cosa seria, non è cazzeggio. Sono andato a Live-Non è la D’Urso a parlarne e vedevo pontificare gente di cui conosco i segreti, se mi fossi messo a raccontare di loro… L’unico intelligente è stato Meluzzi che ha detto che queste cose si possono fare solo quando si è solidi economicamente, ed è vero perché chi non ha i soldi viene umiliato dalla mattina alla sera, mentre chi li ha può permettersi di sostenere le proprie scelte.”

“D: Che rapporto ha con i soldi?”

“Sereno, nel senso che li spendo. A 25 anni ero miliardario, a 35 anni mi avevano pignorato tutto, ma mi sono rialzato e sto meglio di prima. Ho provato in tutti i modi a rovinarmi e non ci sono riuscito, e non ho sensi di colpa: se compro un paio di scarpe costose non me ne vergogno.”

“D: Quanti concerti fa all’anno?”

“Fra Italia e estero minimo un centinaio, ma solo perché non ne voglio fare di più.”

“D: In Russia è un idolo, ha mai puntato la moglie di un oligarca?”

“Hai voglia, ma con me c’è sempre la mia compagna.”

“D: Suo padre si chiama Fiorello e faceva il postino, la sorte nella sua vita ha suonato sempre due volte?”

“Nella vita ho avuto degli angeli custodi, e uno è sicuramente mio papà. Ho iniziato a cantare solo perché un mio caro amico, che credevo pazzo, ha insistito e mi ha convinto a farlo. Altrimenti non avrei saputo cosa fare, ero inadatto al mondo del lavoro, un vagabondo. Mio padre mi diceva: “Resisti più sott’acqua che al lavoro”. Il mio destino era appeso a un filo, o facevo il cantante o diventavo Felice Maniero, il boss del Brenta (ride, ndr).”

“D: A un certo punto, per alcuni investimenti sbagliati, si trovò senza soldi e provò a giocare d’azzardo per recuperarli. Si credeva così abile?”

“A poker ho stracciato tutti, molti miei colleghi li ho fatti smettere. Ramazzotti, Morandi, Ruggeri non li ho lasciati in mutande solo perché erano ricchi. Una sera il povero Paolo Vallesi, che era appena uscito da Sanremo giovani ed era entrato nella Nazionale cantanti, perse con me 5 milioni di lire in una botta sola e passò tutta la notte in corridoio a fumare imprecando. Ho messo in mutande gli autori del GfVip, Andrea Palazzo e Fausto Enni, quando erano con me alla Fattoria e mi sfidarono: li ho fatti piangere, adesso siamo come fratelli.”

“D: Nel 2005, con Affari tuoi, è diventato uno dei conduttori di punta di Raiuno, poi?”

“Mi hanno fatto smettere nel senso che i direttori di rete che sono venuti dopo Del Noce, vale a dire Mazza, Leone e Fabiano, non mi hanno calcolato o avevano altri interessi.”

“D: Che cosa si prova a cadere e rinascere?”

“C’è la consapevolezza di saperlo fare: se mi fossi fermato dopo aver perso tutto avrei fatto la fine del cretino. Infatti nel 1989, dopo una forte perdita al casinò di Venezia, pensai di ammazzarmi. Ero fermo in autostrada davanti a un viadotto, accanto alla mia Jaguar, e volevo buttarmi, ma passò accanto un camion così veloce che mi fece sobbalzare e mi svegliai. Da quel momento è ricominciato tutto.”

“D: Ha paura di tornare povero?”

“Sarebbe impossibile. Nella vita ho tre passioni: il gioco, il sesso e il cibo. Il gioco ho smesso, il sesso faccio quello che posso, il cibo lo controllo, non ho più l’occasione di buttare i soldi.”

“D: Ma il sesso lo fa sempre fra le mura domestiche?”

“Il sesso residuo è sempre fra le mura domestiche ed è una cosa fra anziani che devono fantasticare, tipo: “Ci troviamo domani alle 2″, passiamo tutto il pomeriggio e, in nove ore, riusciamo a farlo una volta.”

“D: Che cos’è il “badagiungo”?”

“(ride). È un’espressione che mi disse a letto una nobildonna e che approfondiremo durante il GfVip, magari potrebbe nascere un balletto a tema con Wanda.”

“D: Ha lavorato anche ad ‘Agon Channel’, la tv albanese dell’imprenditore italiano Francesco Becchetti, che ricordi ha?”

“Inventai un quiz sulla musica che ogni sera metteva in palio 100 mila euro. Il proprietario mi disse: “Mi raccomando, non farli vincere, altrimenti chiudiamo”. E così, in 80 puntate, riuscii a far vincere premi minori per un totale di 77 mila euro. Ancora oggi i vincitori non sono stati pagati e io non ho ricevuto tutti i soldi che mi erano stati promessi nel contratto, mi mancano 100 mila euro: se mi arrivano li devolvo ai vincitori del gioco. Voglio morire il giorno in cui mi arriveranno quei 100 mila.”

“D: Alle Iene si è fatto vedere mentre provava per la prima volta marijuana e sul set di un filmino porno, perché?”

“L’ho fatto gratis e io sono uno che dà poco volentieri anche il resto, perché mi sembrava una cosa giusta per avvicinarmi a un pubblico di giovani, infatti per loro sono diventato un personaggio curioso. Solo che mia mamma non mi ha parlato per mesi.”

“D: Ha detto di aver tentato il suicidio per i debiti, vedendo quello che è successo ha capito che sarebbe stata una cazzata?”

“Ma scherzi? Non solo una cazzata, io non ho il dono della fede ma quella sera è passato un angelo sotto forma di camion che mi ha salvato. E poi non avrei avuto l’opportunità di fare tutto quello che ho fatto, oggi mi viene da dire che nella vita non bisogna mai mollare.”

Che dire…è un mito e forse al Grande Fratello Vip ci farà veramente divertire…rimaniamo in attesa di capire cos’è sto badagiungo. Voi l’avete capito?

Leggi anche...

Lascia una risposta