I Vicolini della “Terza C” – Compagni di Ricordi

I Vicolini della “Terza C” – Compagni di Ricordi

Siamo stati giovani anche noi e molto chic… POPCORNS  POPCRN

Memorie e memorabilia che strapperanno qualche lacrimuccia e più di un sorriso…

Leggi anche...

Commenta anche tu questa discussione...

  1. dizzoil 15/06/2017 18:31

    Roba da cantarle: LEAVE ME BREATHLEEEEEEEEESS

  2. vale90il 16/06/2017 11:11

    No purtroppo in Ascoli  HAHA  HAHA  HAHA   Dizzo mi fai morireeee  HAHA  HAHA  HAHA 

    dizzo: Vale, non hai fatto le superiori a Cremona vero??? Perchè anche da me c’erano 2 prof tedesche: una italotedesca, l’altra svizzera. Io non capivo na fava, soprattutto con la svizzera perchè ero più concentrato a non vomitare visti gli olezzi di trippa che emanava

     

  3. @le 20il 16/06/2017 11:25

    Che bel post questo per condividere i ricordi del liceo  (rofl) 

    Per me il più divertente rimane sempre quello dell’esame di maturità: la mia compagna, secchiona, ha rischiato seriamente di essere bocciata all’esame  POPCORNS  era la terzultima alunna a dover sostenere l’orale del secondo giorno ma presenta certificato medico a causa di un attacco di gastrite (che nei giorni dell’esame abbiamo avuto un po’ tutti, io ho perso 4 chili in due giorni  DOH ) quindi, per regolamento, sarebbe stata l’ultima della nostra classe a sostenere l’esame; due giorni dopo, ritorno a scuola per assistere agli esami degli altri miei compagni e mi dicono che la mamma di questa ragazza ha chiamato dicendo che la figlia stesse ancora male, il presidente di commissione si è incavolato, giustamente, l’ha richiamata e le ha detto che se non si fosse presentata subito a scuola l’avrebbero bocciata  (rofl) tutta questa messa in scena solo perché voleva più tempo possibile per ripassare il programma e perché in competizione con un altro mio compagno, anche lui secchione, che però non aveva bisogno di studiare per ore per prendere ottimi voti  NOTME 

  4. lunaticaforeveril 16/06/2017 13:04

    Buongiorno anche qui ITALIA una cosa che ricordo con piacere erano le gite STICAPP ne abbiamo fatte tante ed erano occasioni di divertimento assoluto. .nei pulman tutti alla caccia degli ultimi posti per perchiulare professori HAHA HAHA

  5. zia_michelail 16/06/2017 15:21

    @le20 :O :O :O certo che alcune persone sono proprio strane HAHA

  6. @le 20il 16/06/2017 15:27

    non solo, l’altra mia compagna che avrebbe dovuto fare l’esame lo stesso giorno di questa ragazza, ma per ultima, era a casa che stava ripassando le ultime cose pensando di avere ancora un paio d’ore a disposizione, si è dovuta preparare nel giro di dieci minuti e correre immediatamente a scuola  HAHA  HAHA 

    zia_michela: @le20 certo che alcune persone sono proprio strane

     

  7. @le 20il 16/06/2017 15:43

    Gita di ultimo anno di liceo, destinazione Barcellona: ogni sera cenavamo in un ristorante distante dall’albergo appena un quarto d’ora a piedi; per la terza sera consecutiva ceniamo in questo ristorante e l’ultimo gruppetto ad uscire è quello della nostra classe, appena in otto, perché avevo un problema alla gamba, un dolore atroce, quindi perdevo più tempo nel camminare, senza alcun professore che ci accompagnasse perché tanto la strada l’avevamo già fatta diverse volte quindi il tragitto l’avevamo memorizzato bene. Arriviamo in hotel e gli altri professori ci chiedono dove fossero la nostra professoressa di arte e la nostra compagna, l’unica della classe che aveva preferito seguire la prof e rispondiamo dicendo che pensavamo fossero già arrivate in albergo perché le avevamo viste lasciare il ristorante prima di noi. Morale della favola? sono arrivate in albergo due ore dopo perché non ricordavano il tragitto e avevano messo la cartina all’incontrario quindi erano andate a finire dall’altra parte della città  HAHA  HAHA 

    lunaticaforever: Buongiorno anche qui una cosa che ricordo con piacere erano le gite ne abbiamo fatte tante ed erano occasioni di divertimento assoluto. .nei pulman tutti alla caccia degli ultimi posti per perchiulare professori

     

  8. vale90il 16/06/2017 16:59

    Gita di quinto a praga FACEPALM
    Appena arrivati scontro tra ultrà, un macello in centro.. la sera stessa una sparatoia a pochi passi da noi e il tizio che ha sparato ci passa davanti con dietro la polizia HAHA HAHA HAHA

  9. zia_michelail 16/06/2017 21:24

    Gita di quinta elementare da trauma…prima di tutto io non ci volevo andare ma i miei mi avevano costretta NGUEE arriviamo in Toscana e l’autista del pullman si imbottiglia nel traffico, 3 ore fermi e 40 bambini affamati, maestre isteriche GRR poi arriviamo in albergo (una stamberga) e per cena ci servono minestrone per la nostra felicità FIENO durante la notte le zanzare fanno un pigiama party con noi, l’indomani di nuovo tutti in pullman e si va a Pisa ITALIA ma la torre è chiusa perché la stanno ristrutturando FACEPALM allora un pomeriggio di passeggiate senza meta…e infatti seguendo una maestra che si fingeva Cicerone ci siamo pure persi DOH l’indomani visita al parco di Pinocchio THESUN tutto bene fino a quando la mia migliore amica viene dimenticata nel parco HAHA HAHA ancora oggi quando lo ricordiamo sono risate a non finire HAHA HAHA HAHA il panicooo EMOO poi in serata visita allo zoo di Pistoia e io (che ero già una piccola animalista) non vedevo l’ora perché sognavo di aprire le gabbie e liberare tutti gli animali NOTME però un imprevisto…ancora una volta restiamo fermi nel traffico e dunque arriviamo allo zoo 10 minuti prima della chiusura FACEPALM non abbiamo visto nulla NGUEE poi siamo ripartiti per tornare finalmente in Sardegna…ma abbiamo perso la nave NGUEE NGUEE NGUEE NGUEE mi ricordo ancora che le maestre STLOMPA ci avevano proibito di avvisare a casa per non far preoccupare i genitori e al porto tutti noi ci abbracciavamo e piangevamo “non torneremo piuuuuu” NGUEE NGUEE NGUEE HAHA HAHA HAHA HAHA HAHA HAHA

  10. arymil 17/06/2017 12:32

    Gita di quinda liceo in Sicilia…una sera siamo.usciti dall’albergo senza permesso passando per le scale.antincendio…volevamo andare in spiaggia quindi ci è toccato saltare un muretto vicino al quale c’erano dei grossi cactus con spine gigantesche…ognuno che saltava avvisava, parlando a bassa voce, quello che lo seguiva di stare attento a ste grosse spine…il compagno che mi precedeva nn finì nemmeno la frase attenta al cactus che si sente nel buio un’unica voce…la mia: “aiaaaaaa”. Il giorno dopo avevo delle bolle sulla gamba…dove mi ero punto…ne potrei reccontare altre ma mi fermo qui.
    No questa ve la racconto, quarta liceo a Campo dei miracoli un gruppo di amici miei si mettono ad imitare un gruppo che quell’anno aveva vinto Sanremo cantando “se questo fosse vero amore” molti turisti si fermarono a guardare divertiti…se avessimo avuto un cestino ci avrebbero dato anche delle monete

  11. gjorgjail 18/06/2017 18:26

    wwwwooooowwwwww verooooooo le gite!!!! Uscite didattiche BODANCE  BODANCE BODANCE  Allora…  elementari una volta all’anno e tutti gli anni di fisso Centrale del latte e Acquario di Genova.. alla centrale ci regalavano gli yogourt che sistematicamente si spiaccicavano nello zaino e quel che arrivava a casa era una roba immonda FACEPALM  all’acquario ormai i pesci ci conoscevano per nome e non viceversa (rofl) (rofl)  e credo che ancora adesso Ilaria P. si ricordi il bagno fatto nella fontana nella piazza di Susa dopo che ce l’ho spinta dentro CONSOLR  in quinta visita all’Amiat (spazzatura) con successiva mappatura di tutti i cassonetti del quartiere FACEPALM

    Alle medie visite annuali ai castelli della Val d’Aosta, tutti ehhhhh, se c’è una pietra pre o post.mdioevale,  noi ci siamo andati e non ho mai capito se c’era una convenzione con la Vallèe o se volevano semplicemente narcotizzarci visto che erano di una noia mortale!

    Alle superiori è andata meglio. Ero rappresentante di Istituto e quindi premevo l’acceleratore sulle cose che ci interessavano di più (rofl)  (rofl)  che ci fregava se i riscaldamenti funzionavano 1 giorno su 5, se ci sarebbe voluto un TSO per alcuni insegnanti, i bagni erano fumerie d’oppio  o la biblioteca era sistematicamente chiusa????? Quisquilie, pinzillacchere .. la cosa importante erano le uscite poche balle!!!

    Ci siamo fatti, distribuiti nei cinque anni, Roma, Firenze, Parigi,  Londra e Barcellona.. tutte belle, ben organizzate e casinare quanto basta. Non ricordo con particolare affetto nessuno degli insegnanti, tutti molto severi e poco inclini ai rapporti umani ma il Preside si. Un giovanissimo preside al suo primo incarico,  una persona speciale, sempre dalla nostra parte.. lo ricordo con martello e chiodi a riparare porte, il suo grido dal fondo del corridoio: “Forza ragazzi, alle ramazze” e via tutti di ramazza a sopperire alle mancanze dei servizi primari. Sulla sua porta c’era un cartello con la scritta. “Entra e se non ci sono aspettami, sto arrivando” ;)  e questo dice tutto.. mantiene, ancora oggi in pensione , molti rapporti con ex alunni  anche se un po’ l’ho deluso, lo so ma non me l’ha mai detto, mi chiamava già allora “ingegneressa” (rofl) (rofl)  e quando l’ho informato del casino che  avevo fatto nel decidere il mio percorso scolastico,  ha commentato con un “Ti tses fola” (tu sei pazza) ma mi ha seguita per tutti gli anni a seguire sempre con affetto e spesso con caxxiate a dovere..

    Nel corso degli anni, come tutti credo, la classe si è sfoltita, in 5^ siamo rimasti in 15, molto uniti e molto compatti, la maturità non è stata particolarmente angosciante. Fifa certo, una fifa blu, però eravamo preparati e ce la siamo cavata tutti bene, ottenendo una buona media. Mantengo ancora oggi rapporti con quasi tutti i miei compagni, la classica rimpatriata ogni anno( 6 mesi almeno per organizzarla (rofl) ). Qualcuno è ancora molto presente nella mia vita, la mia amica del cuore, compagna di banco dal primo anno di asilo all’ultimo di liceo.. lei però è diventata ingegnere ed io ho sposato suo fratello!!!! BODANCE BODANCE  e poi Luca R. che una insospettata e spiazzante “Chiamata” ha fatto diventare Sacerdote, il migliore che conosca, ha battezzato tutti i miei figli, sempre impegnatissimo ma sempre con la piccozza in mano  o le ciaspole ai piedi pronto a qualsiasi avventura ..

    Che bel viaggio nel tempo ho fatto oggi LOVE  LOVE  quanti ricordi  sono tornati a galla LOVE LOVE  grazie davvero a chi ha avuto questa bellissima idea di questo post, condividere con altri, anche se sconosciuti,  le proprio emozioni  è davvero qualcosa che riempie il cuore KISS KISS KISS KISS

     

     

1 2 3 4

Lascia una risposta