#festivaldisanremo Carlo Conti risponde alle polemiche sull’aver introdotto nella kermesse ben 7 artisti provenienti dai talent show: ecco i nomi e le sue giustificazioni

Carlo Conti sul settimanale Tv Sorrisi e Canzoni, ha spiegato quali sono le motivazioni che lo hanno spinto ad accettare la candidatura, quindi la presenza in gara, dei 7 big provenienti dai talent show

Michele Bravi ha vinto la settima edizione del talent show X-Factor, il quale il successo dopo la vittoria è durato poco. Conti sottolinea che il periodo in cui Michele Bravi è rimasto nell’ombra, non si è dato per vinto, anzi si è rimesso a studiare, è riuscito a conquistare molti followers sul web. Il titolo del suo brano è “Il diario degli errori”, una ballata particolare, originale nel suo genere e carica di significati importanti. Racconta la storia di un giovane che come ogni persona umana, soprattutto per l’età che ha, può commettere degli errori, ma vi è insito un messaggio di speranza, ossia che da ogni sbaglio si deve cogliere il lato positivo, proprio dagli errori pertanto bisogna crescere e ripartire per migliorare.

Alessio Bernabei ha conquistato il suo posto in gara grazie alla sua energia, essa è una sua caratteristica ma il direttore artistico afferma che rispetto all’anno scorso è aumentata. Il suo brano  “Nel mezzo di un applauso”, è stato scritto da   Roberto Casalino, ed è così che il cantante ne parla durante il programma radiofonico Radio Festival di Radio 105: “Nel mezzo di un applauso parla di un amore in modo celebrativo, secondo me la bellezza dell’amore sta nei momenti inaspettati e nei piccoli particolari. Il tipo di arrangiamento sarà totalmente diverso da Noi siamo infinito, vi sorprenderò”. 

Chiara Galiazzo è in gara con “Nessun posto è casa mia”, a quanto pare si tratta di una canzone dolcissima, a prevalere è il piano e la voce, dimostrando di avere una grande capacità di interpretazione.

Ecco le parole di Carlo Conti su Elodie Di Patrizi:” E’ un personaggio che in pochi mesi si è imposto per grinta, voce e immagine. E’ ormai una bellissima realtà. La sua canzone Tutta colpa mia ha un crescendo forte e potente”.

Il brano di Giusy Ferreri  “Fatalmente male” è piaciuto a Carlo Conti poiché orecchiabile, uno di quelli che subito si riesce ad imparare il ritornello ed a cantarlo, ballabile.

Sergio Sylvestre il suo brano è “Con te”, è un lento, il testo è stato scritto da Giorgia, narra di una relazione che si è conclusa portando con sé dubbi, insicurezze, interrogativi. Conti è rimasto affascinato dalla voce di Sergio Sylvestre:“Sergione è un grande personaggio in tutti i sensi. Porta Con te che è un ‘lentaccio […] Ha delle sfumature interessanti che valorizzeranno la sua voce e la sua interpretazione”.

Poi parla di un duetto, quello di Nesli e Alice Paba (scartata prima del serale l’anno scorso ad amici e vincitrice dell’ultima edizione di The Voice):“Le loro voci si fondono al meglio e Do retta a te è un bellissimo pezzo, molto radiofonico. Mi piacciono questi duetti nei quali si incontrano mondi così diversi”. 

Voi che ne pensate…sono troppi 7 giovani provenienti dai talent? Hanno ragione i cantanti “over della musica” a sentirsi offesi per essere stati scartati a causa loro?

Leggi anche...

Commenta anche tu questa discussione...

  1. arya54il 22/01/2017 20:11

    sinceramente non capisco le polemiche , se le canzoni sono belle se gli interpreti sono bravi ( e x me lo sono) se i nomi più gettonati nelle classifiche non vogliono partecipare  e se i soliti noti,tipo al bano e d’alessio ,invece vogliono andare  e anche lì critiche xche x molti ormai sono superati che ci sarebbe dovuto andare ? 

  2. emmaforeveril 22/01/2017 22:20

    Per me sempre largo ai giovani ITALIA

  3. oceanoil 23/01/2017 10:54

    Perché ci sono i “radical chic” che trovano i talent troppo “terra terra” per loro, raffinati della musica pura. Perché quello che piace alla “massa” è troppo banale, troppo mercificato per esser considerata musica vera. Il loro “palato fine” individua come volgare tutto ciò che non è “allineato” al loro gusto, gusto del sopracciglio alzato in segno di disapprovazione e disgusto.
    La musica è bella, diversi ” colori ed emozioni” creano varietà e piacevolezza. Può piacere o non piacere ma non per questo è motivo di scherno o peggio di esser condiderata musica di serie B C D …. si può sempre scegliere!
    Questo vale anche per il teatro, dove per colpa di quattro “gatti” puristi fanatici del teatro ti trovi a sorbire spettacoli che ti staccano la mandibola dalla faccia per la noia. Attori cani ma protetti dall’allure di esser intelligenti e impegnati. Se poi i teatri chiudono perché non ci sono spettatori, continuano, insistono a chiedere sovvenzioni pubbliche con l’atteggiamento del ” me lo devi io faccio cultura e la gente che è troppo ignorante per capirlo” quanta puzza sotto il naso !
    Per fortuna la musica è democratica, chi vende resta e gli altri li spazza via….

  4. emmaforeveril 23/01/2017 13:20

    INCHINO INCHINO  INCHINO 

    oceano: Perché ci sono i “radical chic” che trovano i talent troppo “terra terra” per loro, raffinati della musica pura. Perché quello che piace alla “massa” è troppo banale, troppo mercificato per esser considerata musica vera. Il loro “palato fine” individua come volgare tutto ciò che non è “allineato” al loro gusto, gusto del sopracciglio alzato in segno di disapprovazione e disgusto. La musica èbella, diversi ” colori ed emozioni”creano varietà e piacevolezza.Può piacere o non piacere ma non per questo è motivo di scherno o peggio di esser condiderata musica di serie B C D …. si può sempre scegliere! Questo vale anche per il teatro, dove per colpa di quattro “gatti” puristi fanatici del teatroti trovi a sorbire spettacoli che ti staccano la mandibola dalla faccia per la noia. Attori cani ma protetti dall’allure di esser intelligenti e impegnati. Se poi i teatri chiudono perché non ci sono spettatori, continuano,insistono a chiedere sovvenzioni pubbliche con l’atteggiamento del ” me lo devi io faccio cultura e la gente che è troppo ignorante per capirlo” quanta puzza sotto il naso ! Per fortuna la musicaè democratica, chi vende resta e gli altri li spazza via….

     

  5. arya54il 23/01/2017 15:11

    bravissimo oceano

     

Lascia una risposta