‘Uomini e Donne’ Intervista ad Alessia Cammarota ed Aldo Palmeri: “Noi Temptation Island l’abbiamo fatto nella vita reale…”

‘Uomini e Donne’ Intervista ad Alessia Cammarota ed Aldo Palmeri: “Noi Temptation Island l’abbiamo fatto nella vita reale…’

Aldo Palmieri e Alessia Cammarota intervista uomini e donne

Questa settimana il magazine ufficiale di Uomini e Donnep ci ha proposto, a sorpresa, una bella intervista ad Alessia Cammarota e Aldo Palmeri.

Bella perché i due hanno ripercorso la loro relazione analizzando anche la loro temporanea separazione, non negandosi alle domande dell’intervistatrice, buona lettura:

“D: Aldo, Alessia, il giorno della scelta di Sara e Carlo eravate in trend topic, cioè uno degli argomenti più discussi del momento. Il pubblico ricordava la vostra scelta e le vostre emozioni. Che effetto vi fa?”

“Alessia: Strano. Sono passati sei anni. Abbiamo una vita normale, siamo genitori e molto presi dalla vita quotidiana: pappe, impegni, supermercato. Dopo sei anni facciamo fatica a ricordare quei tempi, ma pensare che siamo rimasti così tanto nel cuore delle persone ci fa effetto.”

“Aldo: Essere nel cuore della gente ci rende felici.”

“D: La vostra scelta è stata molto particolare… Perché il pubblico ne parla tuttora?”

“Aldo: Forse perché non ce l’aspettavamo neanche noi come sarebbe finita! C’era tanta voglia di viverci, non era programmato. E le persone l’hanno percepito.”

“Alessia: Con Uomini e Donne si entra in casa della gente. Le persone scelgono di farti entrare in casa loro e si affezionano a te. Una signora può vederti come una nipote, una ragazza come un’amica. Per me, quando le persone vedono il vero sentimento e la voglia di viversi realmente, Io riconoscono. E ti vogliono bene.”

“Aldo: Sicuramente incide anche il fatto che noi dopo sette anni stiamo ancora insieme e abbiamo costruito una famiglia. La gente ha visto in noi la voglia di costruire insieme e noi abbiamo condiviso con loro la nostra storia.”

“D: Le persone vi amano e parlano molto di voi. Si vocifera di una nuova gravidanza: c’è qualcosa di vero?”

“Aldo: Di vero c’è che siamo un po’ ingrassati tutti e due durante Ia quarantena (ride, ndr).”

“Alessia: Smentiamo la gravidanza. Al momento non è in programma il terzo figlio. A settembre anche Leonardo (il figlio minore, ndr) andrà alla scuola materna, Coronavirus permettendo, e noi saremo un po’ più liberi… di viverci e stare da soli.”

“Aldo: Abbiamo fame di vivercì come coppia. Siamo stati insieme pochi mesi prima che nascesse Niccolò. Più i bimbi crescono, più sono indipendenti e noi abbiamo i nostri spazi. È importante anche mantenere Ia sfera privata.”

“Alessia: Rimanere eterni fidanzatini.”

“D: Certo è importante ritagliare i propri spazi di coppia all’interno della famiglia. Come li gestite?”

“Aldo: Da quando io e Alessia siamo tornati insieme, vedo la serenità sui volti dei nostri figli. Una volta a settimana usciamo solo io e lei, perché fa bene a noi e anche ai nostri figli vederci uniti e affiatati come coppia.”

“Alessia: Anche senza necessariamente uscire. Un bicchiere di vino condiviso sul divano mentre i bambini dormono è una cosa che non ci facciamo mancare.”

“D:Come avete gestito con Niccolò Ia vostra separazione e il vostro ricongiungimento?”

“Aldo: Quando parlo di questo argomento… mi si rompe la voce (si commuove, ndr). Abbiamo notato che Niccolò, quando siamo tornati insieme, ci abbracciava stretti e sempre entrambi, insieme. Si capiva che il suo più grande desiderio era vederci vicini. Non voleva che papà uscisse da solo con Niccolò o mamma uscisse da sola con Niccolò.”

“Alessia: È un bambino molto sensibile. E anche per questo non fa capire le proprie sensazioni, i propri sentimenti. Noi cercavamo di comunicare, parlare, stare insieme, non fargli mancare il calore di una famiglia.”

“Aldo: Ma dopo, quando ci siamo rimessi insieme, abbiamo visto il suo cambiamento e lì abbiamo capito, a posteriori, che aveva sofferto.”

“D: Ora come vanno le cose tra voi?”

“Aldo: Benissimo. Abbiamo capito che, oltre che genitori, dobbiamo essere sempre marito e moglie. Essere eterni fidanzati, come diceva Alessia.”

“Alessia: E abbiamo imparato a non farci travolgere dalle mille cose della vita quotidiana. Tante cose possono aspettare, pur di passare due ore con Aldo.”

“D: Chi è più geloso dei due?”

“Alessia: No, la gelosia è una cosa che non ci appartiene.”

“Aldo: Non c’è modo…”

“Alessia: Sappiamo cosa significa stare l’uno senza l’altra. Abbiamo passato la prova del fuoco. E adesso ci scegliamo tutti i giorni.”

“D: Se discutete, chi fa la prima mossa per la pace?”

“Aldo: A turno (ride, ndr)!”

“Alessia: «Capita che discutiamo e a un certo punto Aldo mi ride in faccia… e scoppio a ridere anch’io. Ci rendiamo conto che stiamo litigando per una cavolata.”

“D: Ci raccontate qualcosa dei vostri bambini? Come li state educando?”

“Alessia: Abbiamo due maschietti e voglio che siano il più possibile indipendenti, due ometti. Noi ci siamo sempre, ma vogliamo che siano autonomi.”

“Aldo: Se cadono vogliamo che sì rialzìno da soli. Ci tengo molto, perché nella vita un genitore non ci sarà per sempre. Poi teniamo molto all’educazione. L’orario del pranzo sì rispetta, quello della cena pure. Cerchiamo di tenerli lontani dalla tv e dai cellulari. Va bene interagire con le nuove tecnologie, ma ci piace anche che giochino con i vecchi giochi e giocattoli.”

“Alessia: Non si alzano da tavola senza chiedere il permesso. Non mangiano fuori pasto. Prima di cena i giochi si mettono a posto. Se lì mettiamo a letto, non si alzano. Poi hanno tutte le loro piccole fissazioni: la caramella della buonanotte, l’acqua della buonanotte… e noi li assecondiamo volentieri, li coccoliamo. Vogliamo crescere due bambini liberi, che pensino con la loro testa. Con quattro mollette e un limone hanno fatto il bowling. Durante la quarantena hanno fatto la pasta colorata, i biscotti.”

“D: Come avete spiegato loro la difficile situazione in cui versa l’Italia?”

“Alessia: Abbiamo cercato innanzitutto di tenerli impegnati, di giocare con loro. Un giorno a settimana apparecchiavamo sul tappeto, con i piattini rosa per me e blu per Aldo e guardavamo un film Disney tutti insieme. Abbiamo spiegato loro che fuori c’era un ‘virus monello’ e non si poteva uscire, l’abbiamo raccontato in maniera molto semplice, ma loro hanno capito.”

“Aldo: C’è da dire che noi abbiamo tanto spazio per poterci muovere e giocare. Siamo molto fortunati. E loro non hanno sofferto così tanto. Questa quarantena ha fatto capire ancora di più le differenze tra famiglia e famiglia, il fatto che tante persone vivano in piccoli monolocali. Gestire dei bambini in uno spazio ristretto è difficile.”

“Alessia: È stato un periodo difficile per tante persone, per motivi diversi. Alcuni fan ci scrivevano di non avere i soldi per mangiare, di accontentarsi di pasta a pranzo e cena perché un semplice secondo era un lusso. Questo ci ha portati a riflettere: ringraziamo il cielo di quello che abbiamo, ma questo lockdown ha messo in luce le differenze sociali. Anche in un momento comune il fatto di chiudersi in casa c’era chi giocava in giardino o si dedicava alla panificazione e chi non poteva permettersi nemmeno questo.”

“D: Come vanno invece le vostre attività lavorative?”

“Alessia: Bene, fortunatamente lavoriamo con i social e questo ci permette di stare molto con i bambini. Avevamo un locale insieme, poi ci siamo presi un po’ di tempo per stare con i nostri figli. Ma Aldo a settembre/ottobre riaprirà il nostro locale.”

“Aldo: Avevamo costruito tanto, sarebbe un peccato sprecare tanto lavoro. In ogni caso per me non c’è locale senza Alessia. È bravissima a organizzare e gestire le cose, mentre io magari sono più capace a livello pratico.”

“D: Alessia, lei è ricordata anche per una frase significativa che ha pronunciato durante la separazione da Aldo: ‘Lui è la mia metà, anche se io non sono la sua’.”

“Aldo: Quella frase…”

“Alessia: Questa frase è molto semplice. Non è detto che se lui ha messo un punto, io debba metterlo nello stesso momento in cui lo fa lui. Abbiamo vissuto insieme cose incredibili, straordinarie, cose troppo forti per essere concluse così. lo ho partorito mano nella mano con Aldo, dopo due giorni di travaglio. Mi cullava, cercava di farmi dormire. Sono andata a vivere a Catania. Abbiamo investito insieme i nostri risparmi in progetti in cui credevamo. Abbiamo costruito una famiglia. Queste cose creano legami viscerali. Non è un ‘Ok, è finita’ che ti fa mettere un punto. Quello era il senso della mia frase. Lui ha messo un punto, io no. Lo metterò pensavo. Ma adesso non posso, non è una cosa che passa come un’influenza. Poi, anche quando non stavamo insieme, siamo sempre stati due bravi genitori, vicini e uniti. Ne abbiamo passate così tante insieme…”

“D: Ha sempre fatto ragionamenti molto maturi, anche da giovanissima, in quello studio. Merito della sua educazione o delle prove che ha affrontato nella vita?”

“Alessia: Un po’ e un po’. Mamma e papà mi hanno impartito un’educazione ferrea. Poi abbiamo dovuto fronteggiare piccoli e grandi problemi, come quando mio padre non è stato bene. E poi avevo una gran voglia di indipendenza. A diciotto anni volevo vivere da sola, essere indipendente e badare a me stessa.”

“D: Tra poco ricomincia Temptation Island. Voi non potreste partecipare in alcun caso, perché siete sposati e condividete dei figli: il regolamento non lo permette. Ma immaginandolo per ipotesi, come la vivreste?”

“Alessia: Proprio serenamente. Mi fido ciecamente di Aldo. Noi Temptation Island l’abbiamo fatto nella vita reale (ride, ndr). Ci conosciamo così bene e sappiamo stare l’uno senza l’altra, pur sentendo la mancanza. Credo che sfrutterei l’occasione per conoscere nuove persone, allargare i miei orizzonti, fare amicizia. Non fa mai bene a una coppia chiudersi al mondo esterno.”

“Aldo: Al massimo penso che la butterei sulla sfida con gli altri ragazzi, con i single. Per dimostrare ad Alessia che il meglio per lei sono sempre io.”

“D: Invece altri reality? Potrebbero interessarvi?”

“Alessia: No! Non mi separerei mai dai miei figli. Ho accettato un lavoro a New York e sono rimasta là ore. Un’occasione d’oro: so che lavorare è importante anche per il loro futuro. Ma mi mancavano troppo, volevo tornare con il primo volo!”

“Aldo: lo proverei… mi attira L’Isola dei Famosi, per le prove da superare. Sono un campagnolo nato.”

“Alessia: Sarebbe bravo! Sa pescare, sa fare tutto! Sa costruire le capanne, creerebbe un condominio!”

“D: Una domanda ‘Sliding Doors’. Alessia, lei ha esordito corteggiando Francesco Monte. Cosa sarebbe successo se lui l’avesse scelta? Avrebbe trovato comunque Aldo?”

“D: Non l’ha più sentito?”

“D: E lì è cambiato tutto.”

“Alessia: Lì mi sono fregata (ride, ndr)!”

“Aldo: Anche io!”

A cura di “Alice Grisa”.

Cosa pensate delle loro risposte?

Seguiteci su telegram cliccando qui

Leggi anche...

Commenta anche tu questa discussione...

  1. leail 26/06/2020 15:25

    Vabbè, l’hanno fatta. Lui l’ha fatta e lei è stata tutto il tempo al falò ad aspettare.

  2. Hanna87il 26/06/2020 16:21

    A me loro sono sempre piaciuti LOVE veramente innamorati, si vedeva durante il trono. Scelta non convenzionale ma molto bella e dopo hanno costruito una bella famiglia LOVE  Sulla crisi non mi sento di giudicare Alessia che ha ripreso il marito dopo la sua sbandata, posso solo dire che a me lui sembra stare male ogni volta che ricorda come lei ha sofferto per cui dico solo che l’amore che li lega si vede LOVE  LOVE

  3. marluil 26/06/2020 16:57

    sul dopo non mi pronuncio, ci sono due bimbi piccoli e loro soltanto sanno cosa hanno passato cosa e’ giusto e cosa no. Il trono, invece e’ stato bellissimo…quando le emozioni uscivano dritte fuori dal televisore e ti arrivavano dritte in faccia sul divano di casa. Fitvia e instagram non c’erano,c’erano le anticipazioni…e qui sul vicolo le leggevamo tutte e c’erano le mirabolanti fantaesterne di Aly….ma soprattutto Irene che fine ha fatto? 

  4. Alyalbyil 26/06/2020 17:22

     

    marlu: sul dopo non mi pronuncio, ci sono due bimbi piccoli e loro soltanto sanno cosa hanno passato cosa e’ giusto e cosa no. Il trono, invece e’ stato bellissimo…quando le emozioni uscivano dritte fuori dal televisore e ti arrivavano dritte in faccia sul divano di casa. Fitvia e instagram non c’erano,c’erano le anticipazioni…e qui sul vicolo le leggevamo tutte e c’erano le mirabolanti fantaesterne di Aly….ma soprattutto Irene che fine ha fatto?

     Mamma cosa mi hai fatto ricordare…che periodo… HAHA HAHA HAHA (inlove) Non ho mai più avuto un’ispirazione simile per nessun personaggio venuto dopo, perchè si prendevano tutti troppo sul serio…

    Ogni tanto mia figlia chiede di rileggere le avventure di Maligna e Panieri, degli Emassia, del sindacato corteggiatori, di Savvo e del suo “Aleffia fei belliffima…” HAHA  HAHA  Chi c’era allora capirà ;) 

    Trono bellissimo, post trono meh…soprattutto per l’invadenza dei soliti gruppi di funz che si infiltrano nella vita delle coppie televisive per bullarsela di sapere in anteprima, e che, a quanto leggo, cambiano ogni tanto vessillo, ma sono sempre pronte in prima linea per infiltrarsi nella nuova ship e creare più danni della grandine…

    La delusione che mi ha rifilato Palmeri è difficilmente replicabile, perchè davvero non lo facevo capace di tanto squallore. VOMITO 

    Se si sono ritrovati meglio per loro e per la loro famiglia. Io non riuscirei a fidarmi mai più…

  5. marluil 26/06/2020 17:29

    …a distanza di anni ancora grazie! Quante risate! mi hai fatto tornare in mente il salvate il soldato….ossantapace…ma che daVero daVero a volte ritornano? Io sono uscita dal tunnel…ho smesso con la perrotta e l’avvocato…che in mezzo ai nani da giardino sembrava un gigante, tranne mettersi a smarkettare in pigiama la qualunque com eun lopasso qualsiasi. 

  6. Alyalbyil 26/06/2020 17:33

     

    marlu: …a distanza di anni ancora grazie! Quante risate! mi hai fatto tornare in mente il salvate il soldato….ossantapace…ma che daVero daVero a volte ritornano? Io sono uscita dal tunnel…ho smesso con la perrotta e l’avvocato…che in mezzo ai nani da giardino sembrava un gigante, tranne mettersi a smarkettare in pigiama la qualunque com eun lopasso qualsiasi.

     Alla fine scovare qualcuno che si piaccia davvero è diventato troppo complicato. A volte succede, ma sono subito sopraffatti dall’ansia di monetizzare, crescere di followers, che poi non si ricordano neppure più se stanno insieme perchè lo vogliono o per non deludere il pubblico. E diventano tutti stereotipati, tutti uguali, stesse pose, stesse dediche, stessi messaggi in codice che tengono impegnati le fans.

    Ma chi ce lo fa fare? HAHA  HAHA  HAHA 

  7. safari92il 26/06/2020 17:52

    Trono ineguagliabile LOVE
    Il post insomma FACEPALM ma credo anche (e non è assolutamente una scusante chiariamo) che abbiano fatto le cose troppo di fretta e la grande immaturità di Aldo è venuta fuori nel modo peggiore possibile FACEPALM io non credo sarei riuscita a passarci sopra, ma lei lo ha fatto, ora sembrano felici quindj gli faccio davvero i migliori auguri (flower)

  8. uffail 26/06/2020 22:54

    Bel trono… emozionante il finale.. ma lei io proprio non la sopporto. Mi sembra una con la testa sulle spalle, per carità , ma anche un po’ acidella. Però va dato merito che sono una bella famiglia e questo è L importante.

  9. @le 20il 26/06/2020 22:59

    ricordo la loro ospitata dopo la conferma delle  (yo) come il punto più basso mai raggiunto ad U&D  FACEPALM 

  10. gabryguil 27/06/2020 00:24

    Marlu chi sono i nani da giardino?

Lascia un commento