Intervista a Sara Tozzi, ex tentatrice e nuova tronista di ‘Uomini e Donne': cosa l’ha spinta a salire sul trono? Tra i suoi corteggiatori chi ha attirato la sua attenzione? Cosa pensate delle sue dichiarazioni?

Intervista a Sara Tozzi, ex tentatrice e nuova tronista di ‘Uomini e Donne': cosa l’ha spinta a salire sul trono? Tra i suoi corteggiatori chi ha attirato la sua attenzione? Cosa pensate delle sue dichiarazioni?

sara tozzi intervista

 

 

 

 

 

Quattro nuovi tronisti e quattro belle interviste sul settimanale di “Uomini e Donne”, cosa potevamo volere di più? Proseguiamo il nostro percorso di approfondimento dei nuovi tronisti proponendovi le risposte di Sara Tozzi alle domande propostele dalla sua interlocutrice, buona lettura:

“D: Sara, cosa l’ha spinta a partecipare a Uomini e Donne?”

“La mia vita, per qualche anno, ha avuto una meta che non mi portava a stare al centro. Vivevo per il prossimo e non mi sentivo più importante. Questa mi è sembrata l’occasione giusta per potermi mettere al centro della mia esistenza e concentrarmi solo su di me e su ciò che voglio.”

“D: Cosa si aspetta da questa esperienza?”

“Spero che questo percorso riapra le porte del mio cuore. Non ho più lasciato entrare nessuno: ho messo su tanti muri e ho molte paure. Spero di riuscire a sciogliermì, perché l’amore è importante a ventidue anni così come a settanta. E io vivo per amare ed essere amata.”

“D: Nel suo video di presentazione ha detto di non essere molto fortunata nelle questioni di cuore…”

“Solitamente nelle relazioni sono più quella che viene lasciata che quella che lascia. Sono un po’ vigliacca in questo. Finché c’è qualcosa lotto con tutta me stessa, anche a costo di demolirmi psicologicamente. Se ci tengo combatto a spada tratta, tante volte anche sbagliando.”

“D: Qual è stata la sua prima impressione sui suoi corteggiatori?”

“Indubbiamente sono scesi dalle scale tanti bei ragazzi e, avendoli anche sentiti parlare, per quel poco che ho potuto ascoltare, mi sembrano persone con un vissuto pieno e con tante cose da raccontare. Sono già curiosa di conoscerli.”

“D: Com’è stato fare il suo primo ingresso in puntata?”

“Ero talmente emozionata che nulla di tutto quello che é accaduto mi sembrava vero: ero pietrificata. Mi sono commossa e non sono riuscita a dire o fare niente se non tremare come una foglia. L’emozione è tanta e credo lo sarà sempre, perciò mi auguro solo di riuscire a essere più tranquilla in futuro. Sarà che ancora non ho realizzato quello che sta accedendo (sorride, ndr).”

“D: Teme in qualche modo ll giudizio del pubblico?”

“Un po’ sì, mi ha sempre spaventata, ma nonostante il mio breve percorso di vita e i miei ventidue anni, penso di aver vissuto esperienze molto più difficili. Sono una ragazza sensibile, ma sono convinta che anche le eventuali critiche che potranno arrivare, con la consapevolezza che non si può piacere a tutti, saranno occasioni per mettermi in discussione e crescere.”

“D: Qual è il difetto che odia di più in un uomo?”

“Sotto il profilo caratteriale, la cattiveria è la caratteristica che più odio nell’essere umano. Per quanto riguarda il difetto fisico, credo che il mio limite consista nel non riuscire a essere attratta da ragazzi più bassi di me.”

“D: Cosa la colpisce al primo istante in una persona?

“D: Secondo lei, cosa Ia differenzia dalle troniste delle edizioni precedenti?”

“D: Si faccia un augurio per questo percorso.”

“Spero di riuscire a rimanere sempre fedele a me stessa, nel bene e nel male. Solo così potrò farmi conoscere e di conseguenza costruire rapporti veri.”

L’intervista prosegue con alcune domande rapide che ci permettono di approfondire la conoscenza sulla nuova tronista:

“D: Il suo segno zodiacale?”

“Sono nata il 18 agosto. perciò sono del segno del leone.”

“D: Il suo colore preferito?”

“Da quando ero bambina è sempre stato il verde speranza.”

“D: L’ultima volta che ha pianto.”

“Quando ho ricevuto la chiama dalla redazione in cui mi è stato comunicato che sarei  stata una tronista. Gli attimi di commozione invece sono più frequenti: succede diverse volte, come in puntata.”

“D: Il ricordo del suo primo bacio.”

“Avvenne in un centro commerciale vicino a casa mia. Stavo andando via, quando quello che poi sarebbe diventato il mio fidanzatino dell’epoca mi prese per un braccio e mi diede questo bacio bellissimo.”

“D: Il suo piatto preferito.”

“La pizza. Forse sarò banale, ma proprio non riesco a farne a meno: mi piace un po’ alta perché mi piace la mollica della crosta.”

“D: Si presentano a casa con una vaschetta di gelato. Con quali gusti farebbero colpo?”

“Pistacchio e bacio, ma soprattutto tanta panna montata.”

“D: Il suo soprannome?”

“Per i miei fratelli “Sa” per gli amici “Sarina” o “Saretta”. Mio padre mi chiamava anche “Scimmia”. Mia mamma “Occhi da cerbiatto”. Anche “Bambi” mi identifica particolarmente.”

“D: L’ultima bugia che ha detto?”

“Che ero felice.”

“D: Tre aggettivi che la descrivono.”

“Emotiva, profonda e vera.”

“D: Il suo peggior difetto.”

“La testardaggìne. Quando mi faccio un’opinione su ciò che vedo fatico a cambiare idea. Devo proprio sbatterci la testa.”

Cosa pensate delle sue dichiarazioni?

A cura di Beatrice Gentili.

Leggi anche...

Lascia una risposta