‘Uomini e Donne’ L’intervista a Giorgio Di Bonaventura: “Credo che Sophie Codegoni abbia scelto in modo sincero. Ha scelto un carattere più debole del suo”

‘Uomini e Donne’ L’intervista a Giorgio Di Bonaventura: “Credo che Sophie Codegoni abbia scelto in modo sincero. Ha scelto un carattere più debole del suo”

 

Dopo l’intervista alla coppia Sophie Codegoni e Matteo Ranieri (che potete leggere QUI), sul magazine di Uomini e Donne arriva anche quella del rivale scartato Giorgio Di Buonaventura. Come sta dopo la non scelta? Cosa pensa della coppia oggi? Cosa lo lega a Beatrice Buonocore?

Giorgio, come si sente?

«Ora sto bene. La settimana dopo la scelta é stata un po’ strana. Sono stati tre mesi pieni di emozioni, e il percorso mi ha regalato tanto: ci ho messo un po’ per riprendermi, ma adesso sono tornato alla mia quotidianita e sono sereno».

Si aspettava questo epilogo?

«Nel corso dei mesi ho più volte avvertito il pericolo di non essere la scelta. Mi sono sempre sentito un po’ indietro rispetto al percorso di Sophie e Matteo ma, l’ultimo giorno, confrontando le due giornate passate insieme avevo acquisito una maggiore consapevolezza. Quando sono stato chiamato per entrare in studio, ho capito di essere il primo perchè erano passati pochissimi minuti e ho intuito a cosa sarei andato incontro».

Quando in studio ha visto le lacrime di Sophie, durante la giornata con Matteo, cosa ha pensato dentro di sé?

«Quando gli ha detto di non cambiare mai per nessuno, nella mia testa sono frullati tanti pensieri. Da una parte ho creduto che potesse essere un addio, dall’altra mi sembravano parole troppo discordanti rispetto al loro percorso. Tra di loro c’é stata una conoscenza piu lunga, iniziata già piu di due mesi prima del mio arrivo, quindi ero consapevole che il nostro rapporto avesse avuto meno opportunità rispetto al loro».

Perché crede non sia scattata la scintilla tra di voi?

«Non penso sia questo il punto, quanto piuttosto il fatto che ci fosse un percorso che pesava piu dell’altro. Credo che Sophie abbia scelto in modo sincero. La conoscenza più lunga e intensa con Matteo le ha permesso di fare una scelta con piu lucidità e consapevolezza. Sarei voluto uscire da quello studio insieme a lei, e in me si erano creati tutti i presupposti, ma per Sophie evidentemente non é stato cosi. Non le attribuisco nessuna colpa: sono convinto sia sempre stata sè stessa, anche quando ha esagerato nei momenti di sfogo. Si é fatta vedere per ciò che era. Non ho visto in lei nessuna presa in giro nei miei riguardi, e quando ho pensato potesse farlo mi ha dimostrato il contrario».

In una precedente intervista ha dichiarato che, a seconda della scelta, Sophie avrebbe deciso non tanto una persona, ma chi essere. In questo caso, quindi, cosa ha scelto di diventare?

«Ha scelto un ragazzo con caratteristiche molto diverse dalle mie. A Matteo voglio bene, credo sia una grande persona, ma é innegabile che ci siano tante differenze tra noi. Lui é piu timido, piu introverso, ma anche simpatico e gentile. lo appaio piu presuntuoso, pur non essendolo. Penso che Sophie abbia scelto un carattere piu debole del suo, ma da un lato questo li aiuterà a compensarsi. Probabilmente tra me e lei ci sarebbe stato I’incontro tra due temperamenti forti, con i pro e i contro che tutto questo comporta».

Ha qualche rimpianto?

«No, perché sono stato me stesso in tutto il percorso. Ho vissuto tutti i nostri momenti insieme in modo sincero: le avevo promesso che le avrei fatto conoscere ogni cosa di me e che avrei cercato di conoscerla fino all’ultimo secondo. Penso di aver mantenuto quel patto, e che Sophie abbia capito tanto di come sono fatto. La sua é stata una scelta consapevole. Le mie vulnerabilità sono apparse quando era giusto: non avrei potuto mostrarle me stesso in un altro modo o con altri tempi».

Cosa le resta di Sophie?

«ll ricordo di una persona vera, sincera, coraggiosa, che si è messa in gioco con me e per me. Spero che riesca a vivere serena perché penso se lo meriti davvero. Ripenso a lei con il sorriso, perché mi ha fatto passare dei momenti belli che difficilmente scorderò».

Che effetto le fa vedere le loro Stories insieme su Instagram?

«Non seguo il profilo di nessuno dei due, ma ho visto qualcosa qua e là in giro per il web. L’effetto é lo stesso di quando vedevo le loro esterne in studio. Se hanno deciso di stare insieme, da parte mia non c’é alcun tipo di rancore nei loro confronti. Spero possano vivere questa storia al meglio, perché se lo meritano».

A lei cosa ha lasciato questa esperienza?

«Ho imparato che, spesso, fare un passo indietro verso una persona che ti piace non é un segno di debolezza ma di maturità. Ho capito che posso essere me stesso anche di fronte alle telecamere ed é stato bello riconoscersi, perche tutto quello che desidero é essere ció che sono e non vestire i panni di qualcun altro. Non cambierei nulla del percorso: ciò che e venuto fuori é esattamente la realtà. Non ho mai pensato a cosa fosse vantaggioso fare».

Negli scorsi giorni ha postato alcune Stories insieme all’ex corteggiatrice di Davide, Beatrice. In tanti si sono chiesti se tra di voi fosse nato un rapporto diverso…

«Beatrice era in giro per lavoro nella mia città e ci siamo visti. E’ stato un piacere poterla incontrare, perché e una ragazza che stimo tanto, piena di valori, e a cui voglio bene. Il rapporto che ci lega é una semplice amicizia, niente di più. E nata una simpatia all’interno del programma, scambiandoci poche parole nel backstage e ci siamo fatti l’in bocca al lupo appena usciti».

Ora da dove riparte?

«Dalla mia vita di sempre, e dalle mie più grandi certezze owvero il lavoro, la pallacanestro e la passione per la scrittura e la musica. Non c’e’ modo migliore di andare avanti che continuare a camminare sul percorso che si é seguito sempre. Ripartirà tutto da qui: sto bene con me stesso quindi continuo a fare ciò che mi piace».

Bè visto la passione per la musica chissà che non incida un duetto insieme a Beatrice?

Seguiteci su Telegram cliccando qui

Seguiteci su twitter cliccando qui

Leggi anche...

Lascia un commento