‘Uomini e Donne’ Intervista a Bogdan Beyba che finalmente esprime la sua opinione sulla scelta di Samantha Curcio e sul trattamento poco cortese che lei gli ha riservato quel giorno

‘Uomini e Donne’ Intervista a Bogdan Beyba che finalmente esprime la sua opinione sulla scelta di Samantha Curcio e sul trattamento poco cortese che lei gli ha riservato quel giorno

Eccolo qui Bohdan Beyba, il corteggiatore di Uomini e Donne che Samantha Curcio non ha scelto e che ha voluto umiliare durante l’ultima puntata che li vedeva protagonisti. Non è uscita subito l’intervista di lui perchè in effetti non è stato un bel vedere quel giorno lì e lui c’è rimasto male per come è stato trattato da lei, evidentemente ora essendo passata qualche settimana si sente più sereno e libero di dire la sua su una giornata non proprio gioiosa.

È passato un po’ di tempo dalla scelta di Samantha, come sta oggi?

«Sto bene. nonostante tutto la vita va avanti. È giusto vivere e lasciar vivere, pensare a se’ stessi e al proprio futuro».

In queste settimane ha pensato spesso a lei?

«Sì. Ho pensato a lei, a come sono andate le cose, al nostro percorso…».

Le manca?

«No, non mi manca per nuIla anche perché non ci siamo lasciati in modo bellissimo: Samantha si è dimostrata una persona diversa rispetto a quella che credevo».

Cosa Samantha non ha capito di lei?

«Non ha capito praticamente nulla di me. Dalle cose che mi ha detto, non c’è neanche una minima cosa in cui mi rispecchio e questo mi dispiace molto».

Cosa ha provato quando, entrando in studio, ha percepito di non essere la scelta?

«Essere rifiutati non è mai bello, anche perché io sono cresciuto a suon di rifiuti. Diciamo che quel “no” mi ha molto provato: nel momento in cui ho realizzato di non essere stato scelto, la mia mente si è appannata».

La decisione di Samantha di far rimanere Alessio in studio l’ha infastidita?

«Assolutamente sì. L’ho vista come una sorta di ripicca. Penso sia stata una delle cose più brutte che siano mai successe, sia nel programma che personalmente. E’ stato davvero spiacevole trovarmi in quella situazione».

Quali sono state le parole che le hanno fatto più male?

«Sinceramente, le parole di Samantha non mi hanno assolutamente ferito perché so chi sono; non ho dato peso a ciò che ha detto dal momento stesso in cui ho capito che, in realtà, lei non mi conosceva affatto».

Cosa provava e cosa prova, oggi, per Samantha?

«Inizialmente ero molto interessato a lei, avevo voglia di scoprirla. Poi, visto come sono andate le cose e date le critiche che mi sono state rivolte che reputo totalmente infondate ora come ora non provo più nulla: né rancore né affetto. Nulla».

Durante il discorso di Samantha è stato quasi sempre in silenzio. A freddo, ora, cosa le direbbe?

«Innanzitutto, è giusto spiegare che sono rimasto in silenzio perché credo si debba essere uomini, soprattutto in situazioni del genere: non me Ia sentivo di interrompere il discorsetto di Samantha preparato la sera prima (sorride). In ogni caso, non ho nient’altro da aggiungere al mio silenzio. Auguro il meglio a Samantha, anche se credo che al centro di quello studio abbia gettato la maschera e si sia dimostrata una persona diversa da quella che credevo».

Dopo questa delusione, da cosa riparte?

«Riparto da me, dalla mia vita, dalla mia famiglia. Per me è facile ripartire, ogni volta, perché so chi sono, cosa voglio e vado dritto verso il mio obiettivo pronto ad accogliere di petto ciò che verrà».

Seguiteci su Telegram cliccando qui

Seguiteci su twitter cliccando qui

Leggi anche...

Lascia un commento