Gemma Galgani e Nicola Vivarelli raccontano com’è è stato rincontrarsi a Roma dopo 10 giorni di lontananza. Ci sono stati baci tra di loro finalmente? Come affrontano la lontananza geografica? Hanno intenzione di andare avanti?

Gemma Galgani e Nicola Vivarelli raccontano com’è è stato rincontrarsi a Roma dopo 10 giorni di lontananza. Ci sono stati baci tra di loro finalmente? Come affrontano la lontananza geografica? Hanno intenzione di andare avanti?gemme Galgani e Nicola vivarelli

Il Magazine di Uomini e Donne questa settimana ci posta un’altra puntata della Gemma Galgani and Nicola‘s story.

 

 

 

Come è stata la loro ultima gita a Roma dopo una separazione di quasi due settimane?

Un rendez-vous atteso anche dalla dama di Torino, che utilizza una metafora curiosa per raccontare la sua vicinanza a Nicola, quella del camaleonte:

«Prima di tutto, vorrei precisare che non ci vedevamo da dieci lunghi giorni, quindi devo ammettere che l’euforia dell’incontro per me era piuttosto amplificata. La prima meta è stata Piazza del Popolo a Roma, dove siamo stati travolti da una folla di persone che condividono e incoraggiano con affetto Ia nostra conoscenza. Non mi sembrava vero, dopo tutte le critiche al veleno ricevute nel corso delle puntate in televisione e sui social. Mi ha fatto piacere! Credo che per molti sia incomprensibile Ia nostra frequentazione, ma io so davvero trasformarmi a seconda della circostanza e della persona che frequento, proprio come un camaleonte, e quindi non riscontro alcun problema anche con una persona più giovane di me».

Sirius era curioso di scoprire la vita romana di Gemma, i suoi luoghi del cuore, le cose che la rendono felice:

«È stato molto interessante poter provare sulla mia pelle come passasse lei una sua giornata tipo; vedere le sue abitudini, i posti che frequenta e soprattutto accorgermi di ciò che la fa stare bene. Passeggiare in mezzo al verde e alla natura é una cosa che Ie piace molto e questa è una grande caratteristica che ci accomuna».

La coppia si è goduta una cena romana con un “ospite” speciale a tavola: Ia buona cucina, che attira turisti da tutto il mondo.

«Abbiamo avuto modo di stare vicini, di parlare finalmente guardandocî negli occhi e di certo non sono mancate le risate. È stato molto bello poter cenare insieme, Gemma mi ha portato in un ristorante molto carino, tipico di Roma, dove ho avuto la possibilità di assaggiare i veri piatti tipici romani: squisiti».

Gemma dà un resoconto di questa cena che coglie tutto il romanticismo del momento:

«Una cenetta intima in un locale rustico, dove la buona cucina era protagonista. Nicola, per alimentare il suo fisico aitante e sportivo, si è preso una bistecca, ricca di proteine! DeI resto lui brucia molte energie, con una vita molto attiva in generale, non soltanto in palestra! Durante la cena gli ho preso la mano. Anche solo il tenergli la mano, un gesto affettuoso… noi donne fantastichìamo su tutto e un semplice gesto possiamo farlo diventare un qualcosa di speciale. La vita ci insegna che bisogna ”osare” sempre… e io le sfide le accetto a prescindere».

Nicola ha intenzione di continuare la loro conoscenza?

«Nonostante siano state solo due giornate, ho avuto modo, anzi, abbiamo avuto modo di conoscerci sempre più, di scoprire alcuni lati ancora non percepiti di noi due. Sono molto contento di aver trascorso due semplici ma belle e piacevoli giornate insieme».

C’è un ma però ora che la quarantena è finita e si può tornare alla vita normale:

«Adesso il peggio sembrerebbe superato, quindi mi trovo a vivere Ia distanza reale, quella di chi come noi abita in città diverse, di chi fa una professione che lo porta lontano da casa, e ora che è a casa ha una vita con tanti interessi “movimentati”: Ia palestra, gli amici, i familiari, i piccoli o grandi impegni. Questo mi spaventa molto: non poterlo immaginare in un posto, il non sapere bene cosa stia facendo, perché lui non segue una routine. Dovermi limitare nel potergli parlare, quando desidero magari sentirlo dopo qualche ora, tanto per fare degli esempi banali… Sia chiaro che la mia non è gelosia! È proprio il piacere, quando frequento una persona lontana, di sentirla più volte al giorno con l’unico mezzo a disposizione che abbiamo, il ”famigerato” cellulare! Ci sentiamo con qualsiasi modalità, anche |e video-chiamate, che lui utilizza spesso. Io sono meno abituata, ma è una cosa che accorcia un pochino le distanze, permette di sentirsi più vicini e condividere, anche se solo virtualmente i momenti della quotìdianità».

Gemma e Sirius stanno diventando una coppia?

«Nicola, quando c’è, è coinvolgente, simpatico, complice, divertente ed è piacevole avere accanto qualcuno che cî sappia far ridere. Insomma, ha davvero tante qualità, che vanno di pari passo con il vuoto che lascia quando riparte. Sicuramente io sono la parte più “fragile” sotto questo aspetto, anche se mi sforzo di accettare i suoi cambiamenti di programma improvvisi, le telefonate in differita di qualche ora. Abbiamo in comune I’esuberanza e la vitalità!».

Lui: «Devo essere sincero, a volte non sono presente al cento per cento, ma non perché non voglia, solo perché sono preso da certe cose che devo fare durante la mia routine giornaliera, come ad esempio oggi quando sono andato a trovare il mio babbo dopo circa un anno che non lo vedevo per motivi lavorativi, e tutto questo tende, in un momento simile, a portare le mie attenzioni più verso mio padre. Nonostante ciò, c’è stato modo di sentirci più volte durante I’arco della giornata, sempre con molto piacere. Certo, la distanza non è il miglior modo di conoscere una persona, però devo dire che abbiamo sempre Ia voglia di chiamarci, ”messaggiarci” e videochiamarci, cosa che rende la distanza meno difficoltosa».

Gemma ci svela i progetti che serba nel cuore:

Insomma ci sarà futuro o no? Ma soprattutto quando scatterà qualcosa di più tangibile?

 

Leggi anche...

Commenta anche tu questa discussione...

  1. chia91il 27/06/2020 12:03

    Praticamente dopo due settimane sono allo stesso punto dell’ultima puntata  (rofl)  (rofl) . Questa estate a modo loro continueranno soprattutto se per lui si aprirà una prospettiva in un u&d mix, ma la farsa rimarrà tiepida.

  2. safari92il 27/06/2020 12:17

    Ma è una barzelletta quest’intervista HAHA HAHA HAHA

  3. Boby123il 27/06/2020 14:23

    Praticamente si vedono ogni due settimane per rilasciare un’intervista Dove dicono le stesse cose, incontrano tantissima gente che li sostiene, stranamente devono essere tutti quelli che non usano i social, resoconto delle piazze o vie o quanto vedono da turisti, resoconto delle prelibatezze che mangiano, fine. A qua hanno aggiunto anche la parte che di solito dicono in studio ci sentiamo al telefono… ma devono ancora decidere se sono una coppia. Poi lamentiamoci dei transiti o troniste del classico, qua é molto peggio ma non si può dire perché non ti aspetti tutto ciò da una che ha superato i 70

  4. binauralil 27/06/2020 17:30

    Tutto fumo e niente arrosto, gli interventi di Gemma sono sempre alla stregua di una recensione, ma alla fine in due parole dicevano tutto: siete una coppia? No. (e mai lo saranno).

Lascia una risposta