Jimi Hendrix, a novembre nei negozi un documentario e un live album

Si chiuderà con il botto l’anno dedicato alle celebrazioni di Jimi Hendrix, che lo scorso 27 novembre avrebbe compiuto il suo settantesimo compleanno: il prossimo 5 novembre, infatti, verranno recapitati al mercato contemporaneamente un documentario in DVD e un live album con le registrazioni di performance inedite di quello che viene universalmente ritenuto il precursore delle sei corde contemporanee.

Il documento, intitolato “Hear my train a comin”, nella forma di doppio CD includerà le registrazioni di due show tenuti dal cantante e chitarrista al Miami Pop Festival il 18 maggio del 1968, durante il quale – accompagnato dai fidi Noel Redding al basso e Mitch Mitchell alla batteria – sono stati snocciolati in scaletta classici come “Foxy lady” e “Fire”, oltre che alle acerbe versioni della stessa “Hear my train a comin” e “Tax free”. Nel documentario, diretto da Bob Smeaton, non nuovo a lavori sul repertorio del nume tutelare delle sei corde, trovano invece spazio interviste a collaboratori, spezzoni ripresi dietro le quinte, i video degli spettacoli e un profilo dell’artista.

“Il trucco sta nel cogliere la sua vera musicalità, e andare oltre il classico ‘eccoci qua, vai con un altro assolo'”, ha dichiarato Smeaton: “Tutti l’hanno visto suonare la chitarra con i denti o dietro la testa. Il fatto è che lui sapeva cosa stava facendo. E questo, troppo spesso, viene messo in ombra dal suo taglio di capelli, dalla sua immagine e da tutto il resto”.

Questa pubblicazione dovrebbe essere il canto del cigno delle celebrazioni – iniziate con la distribuzione, a inizio 2013, della compilation “People, hell & angels” – organizzate dalla fondazione intitolata all’artista, la Experience Hendrix, per l’annata che avrebbe seguito il suo settantesimo genetliaco.

Leggi anche...

Lascia un commento