Come curarsi con l’omeopatia? Tutte le risposte dell’esperto

Spesso ci troviamo ad affrontare una serie di disturbi fisici che ci costringono ad assimilare più farmaci insieme, senza risolvere completamente il problema. A questo proposito, molte persone preferiscono affidarsi all’omeopatia. Ma cosa può fare la medicina dolce per i malesseri di vario genere? Abbiamo chiesto aiuto al DottorAlessandro Targhetta, medico esperto inomeopatia, fitoterapia, nutrizione, specializzato in geriatria, che ha risposto al alcune domande delle nostre lettrici su vari temi inerenti allamedicina dolce. Vediamo insieme le risposte e i consigli dell’esperto sulle cure che offre l’omeopatia.

Come trovare un Dottore omeopata nella tua zona e sapere che è un professionista autorizzato?
 (Fragoleandro)

Il mio consiglio è di consultare i siti della FIAMO o della SIOMI, due associazioni di medici e associazioni omeopatiche dove si possono reperire i medici omeopati di tutta Italia, di provata professionalità.

Davvero non si possono toccare i granuli con le mani o con cucchiai di acciaio? E la menta e il limone ne neutralizzano l’effetto?
(Fedeinlove)
Non vi sono “avvertenze” particolari nell’assunzione dei medicinali omeopatici. Non vi sono sostanze aromatiche, cibi, bevande o metalli che “neutralizzano” l’effetto dei medicinali omeopatici. L’unica accortezza è quella di evitare di toccare con le mani i granuli, ma utilizzare l’apposito tappo dosatore.

Omeopatia in gravidanza

Come mai ci sono opinioni discordanti dei ginecologi sull’uso o meno di omeopatici in gravidanza? (Jasmine1025 )

Molti ginecologi non conoscono l’omeopatia e i medicinali omeopatici. I medicinali omeopatici sono indicati a tutte le età e anche in gravidanza. I medicinali omeopatici, essendo molto diluiti e dinamizzati, contengono una piccola concentrazione dei principi attivi, pertanto presentano un rischio quasi nullo di effetti collaterali.

Sento spesso parlare entusiasticamente dell’Apermus come facilitatore del travaglio e del parto. Mi piacerebbe sapere quali sono le reali potenzialità di successo, quali le modalità di assunzione e infine se è indicato per tutte le donne o se ci sono delle condizioni limitanti l utilizzo o il successo terapeutico. Grazie.
 (Emaema74)
Apermus è un medicinale omeopatico complesso indicato nella preparazione al parto, per accelerare il travaglio in tutte le donne. I medici unicisti non gradiscono l’utilizzo di tali complessie preferiscono utilizzare il rimedio omeopatico di fondo, personalizzato, del soggetto, che si può conoscere solo dopo una visita approfondita da un medico omeopata unicista. Il risultato positivo della cura con Apermus dipende, come sempre, dalla sensibilità del soggetto a una tale terapia. Posologia e modalità d’uso: 3-6 settimane prima del parto 10 globuli 3 volte al dì. Nella fase acuta del parto 5 globuli ogni 15 minuti.

La pediatra di mia figlia, che ha un mese, mi ha prescritto Lactogal per aumentare la formazione di latte. Ho letto che è un prodotto omeopatico, può darci qualche informazione in più?
 (Vanity 982)
Lactogal è un medicinale omeopatico che non prescrivo, perché in questi casi preferisco affidarmi ai medicinali omeopatici unitari come Ricinus 5 CH in granuli e Lac caninum 5 CH in granuli che funzionano benissimo nello stimolare la lattazione quando è carente.

 

 

Allergie stagionali e alimentari

Mi interesserebbe capire cosa dare al mio bambino per prevenire le malattie invernali e rafforzare le difese immunitarie (oltre al costoso Oscillococcinum). (Clamum)

Sono molti i medicinali omeopatici per prevenire con successo le malattie da raffreddamento invernali. Il più noto e il più utilizzato è senza dubbio Oscillococcinum. Ogni azienda omeopatica produce un proprio immunostimolante e i prezzi sono per lo più analoghi. In prevenzione si assume una monodose di Oscillococcinum da settembre/ottobre a marzo. Come alternativa consiglio la Tintura madre di Echinacea, 20 gocce al mattino con un po’ di acqua da ottobre a marzo.

Vorrei sapere quali farmaci omeopatici possono essere usati in gravidanza per alleviare i sintomi delle allergie stagionali. Io soffro di una forte allergia alle graminacee che mi porta naso chiuso, tosse e fiato corto.

(Migi 799)
Anche in gravidanza è possibile assumere medicinali omeopatici per la cura dei fastidiosi sintomi delle allergie stagionali. Ti consiglio un medicinale complesso in granuli come Sinalia in granuli che ha un’azione di tipo “antistaminico”: se ne possono assumere 5 granuli anche 5-6 volte al dì nella fase acuta dei sintomi (raffreddore, congiuntivite, etc.).

Soffro di allergie alimentari e non posso mangiare frutta, verdure, legumi, cereali e crostacei. Ogni volta che sgarro, mi riempio di bolle pruriginose. Prurito su braccia mani faccia e collo. C’è qualche possibilità di miglioramento con l’utilizzo dei medicinali omeopatici?
 (Zibita)
Non è possibile curare le allergie alimentari. Una volta diventati allergici ad un alimento bisogna solo escluderlo dalla dieta. Si possono eventualmente alleviare i fastidiosi sintomi dell’allergia alimentare -in primis l’orticaria- se per sbaglio si assume il cibo sbagliato. Con i medicinali omeopatici teniamo bene sotto controllo i sintomi dell’orticaria come il prurito. Il più utilizzato medicinale omeopatico per l’orticaria con pomfi pruriginosi è Apis mellifica 30 CH in granuli: ne vanno assunti 5 granuli anche ogni 30 minuti, diradando l’assunzione con il miglioramento del prurito.

Intestino irritabile e vaginite

Avendo l’intestino perennemente infiammato ho anche spesso delle vaginiti. Come è possibile curare senza antibioti
ci o almeno prevenire? (Mariana7413)
Spesso l’origine delle vaginiti recidivanti (daCandida o da Batteri), ma anche delle cistiti recidivanti è l’intestino! La disbiosi intestinale provoca un’infezione discendente per via linfatica verso la vagina o le vie urinarie. Bisogna innanzitutto controllare la dieta eliminando i cibi a cui si è risultati intolleranti, prendere probiotici per lungo tempo e, a seconda del tipo di infezione (batterica o micotica), scegliere la pianta più adatta, antimicrobica o antifungina, in Tintura madre o in Estratto secco, per alcuni mesi. Tutto senza utilizzare antibiotici o antifungini.
Vorrei capire cosa è la sindrome del colon irritabile e come si può guarire. Ho un dolore costante alla parte sinistra del ventre, pensavo fosse l’ovaio sinistro, invece il ginecologo dice che è un problema intestinale. 
C’è qualcosa di naturale che posso assumere per alleviare 
questi spasmi?(Misscioccolatina)
Molto probabilmente soffri di intestino irritabile o colon irritabile. La parte del tuo colon infiammata è il colon discendente. I sintomi del colon irritabile sono vari, variano dal semplice gonfiore addominale al dolore colico, all’alterazione dell’alvo o in senso diarroico o stiptico. Molte sono le cause del colon irritabile. La più comune è una o più intolleranze alimentari. La più diffusa intolleranza alimentare è quella al latte vaccino e ai latticini vaccini specie quelli freschi, ma quella emergente è al glutine (la nuova Sindrome da sensibilità al glutine). Controlla le tue intolleranze alimentari e assumi anche un Gemmoderivato Vaccinium vitis idaea MG in gocce. Le gemme del mirtillo rosso possiedono una azione antispastica, antidolorifica e carminativa. Prendi 50 gocce di Vaccinium vitis idaea MG con acquaprima di pranzo e prima di cena per almeno 6 settimane.

Disturbi depressivi

Ci sono cure omeopatiche per la depressione? (Aikuccia)
Sì, l’omeopatia può essere un valido aiuto anche per alcune forme depressive. Il consiglio è di affidarti a un medico omeopata che saprà scegliere la cura più adatta al tuo caso.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

FONTE

Leggi anche...

Lascia un commento