Pechino Express 2, Costantino della Gherardesca: “Concorrenti più prepotenti e sfide più difficili”

Ecco le dichiarazioni del conduttore del reality on the road nel corso della conferenza stampa di presentazione. Prima puntata domenica 8 settembre su Rai2, diario il sabato pomeriggio.

“Se non fosse per la tv io e Niccolò Centioni (uno dei concorrenti e attore ne I CesaronindB) dovremmo contare sull’assistenza sociale. Continuano a chiedermi cosa si prova a passare da concorrente a conduttore: per quanto tempo ancora dovremo far finta che noi che lavoriamo in televisione abbiamo dei sentimenti?”: Costantino della Gherardesca parla così nella conferenza stampa di presentazione di Pechino Express 2, in onda su Rai2 domenica 8 e lunedì 9 settembre con le prime due puntate.

“I personaggi che daranno più soddisfazione da un punto di vista psicologico e clinico sarannoCorinne Clery e la marchesa Daniela Del Secco, quest’ultima assolutamente borderline. E’ una sorta di Mr. Repley. Marchesa Repley si può dire? (dice ridendo, ndB). Il maggiordomo, che comunque è sopravvissuto al programma, è una vittima: credo che avremo dei guai diplomatici con lo Sri Lanka”, sottolinea.

Un’avventura, ma anche un programma di grande intrattenimento “Non perché lo conduco io – precisa Costantino – ma perché i viaggiatori sono più prepotenti dell’anno scorso e dovranno affrontare delle sfide ancora più difficili. Entreremo nelle case e nelle vite, faremo percorsi non battuti dai turisti”.

Otto coppie che hanno fermato 1.500 mezzi per raggiungere le loro destinazioni. Duemila ore di girato per 20 ore che verranno trasmesse nelle dieci puntate di Pechino Express. Nome che quest’anno non c’entra nulla con il percorso che parte da Hanoi, capitale del Vietnam e attraverserà la bellissima baia di Halomg, Ho Chi Min, l’antica Saigon per poi continuare in Cambogia risalendo il Mekong fino ai templi di Angkor. La penultima tappa sarà il Laos e le sue popolazioni tribali per poi giungere (incidenti e infezioni intestinali permettendo) a Bangkok.

“Il lato positivo di fare il conduttore è che puoi usare i bagni, quello negativo è che ti devi alzare alle 5”, dice Costantino.

E sugli ascolti: “Sono terrorizzato, disperato. Anche perché non so che lavoro farò se gli ascolti di Pechino Express andranno male. Non ho particolari talenti o capacità per fare altro. Diciamo che tutta la mia vita in questo momento è a un bivio: se vanno male gli ascolti, sono fottuto”.

Dal 14 settembre all’appuntamento settimanale del lunedì sera si affiancherà quello pomeridiano di Diario di viaggio di Pechino Express, in onda ogni sabato alle 14.50, che permetterà ai telespettatori di vedere i momenti migliori della settimana appena trascorsa.

FONTE

Leggi anche...

Lascia un commento