Intervista a Valeria Bigella, Sara Affi Fella e Giada Giovanelli: le ragazze ci svelano perché avevano deciso di partecipare a Temptation Island! E dispensano consigli a chi vorrebbe seguire le loro orme…cosa pensate delle loro dichiarazioni?

Intervista a Valeria Bigella, Sara Affi Fella e Giada Giovanelli: le ragazze ci svelano perché avevano deciso di partecipare a Temptation Island! E dispensano consigli a chi vorrebbe seguire le loro orme…cosa pensate delle loro dichiarazioni?

sara affi fella, valeria bigella

 

 

 

 

 

Il magazine di Uomini e Donne questa settimana ha pubblicato delle mini interviste a Valeria Bigella, Sara Affi Fella e Giada Giovanelli in relazione alla loro partecipazione a Temptation Island.

Vediamo un po’ cosa hanno raccontato ai loro microfoni:

“D: Avete deciso di partecipare a Temptation Island in coppia con i vostri fidanzati. Perché si decide di partecipare a questo programma?”

“Valeria: Ho partecipato in coppia con il mio ormai ex fidanzato perché stavamo attraversando un periodo di crisi. Volevo testare quanto fosse importante il nostro amore. Avevo intenzione di uscire da quell’ultimo falò con lui e poi sposarmi. Alla fine sono uscita da sola.”

“Sara: Volevo mettere alla prova il mio amore e osservare i comportamenti del mio fidanzato di allora. Quando decidi di partecipare a Temptation, ti aspetti di vedere sempre il meglio dell’altro… Poi alla fine vedi il peggio!”

“Giada: Per mettere alla prova il proprio amore, per cercare di capire quali siano i punti deboli della coppia e rafforzarli. Se l’amore è autentico nessun programma potrà mai scalfire le tue certezze.”

“D: Quali consigli vi sentite di dare alle coppie?”

“Valeria: A Temptation bisogna essere se stessi sempre. Non si può fingere e neanche trattenersi. È un’esperienza bellissima che rifarei perché è utile per guardarsi dentro e fare chiarezza sulla relazione.”

“Sara: Vivere quest’esperienza al massimo. Capita una volta sola nella vita.”

“Giada: Se si vuole una relazione duratura e stabile il mio consiglio è di cercare di capire l’altro e di venirsi incontro. Ci sono molte coppie che nei momenti di crisi non hanno voglia di trovare delle possibili soluzioni. Se ci si ama, tutto si può risolvere.”

“D: Consigliate a una coppia in crisi di partecipare a Temptation?”

“Valeria: Se si entra in questo programma e si è già in crisi, bisogna trovare una soluzione nel bene o nel male. Io sono entrata in coppia e stavo con Alessio da più di 6 anni. Ho sofferto. Molto. È stato l’amore più importante della mia vita.”

“Sara: Sì, lo consiglio. Magari non si è in crisi ma solo stanchi della vita di coppia.”

“Giada: Assolutamente sì. Temptation è un’esperienza unica che va fatta anche quando sei in crisi. Io sono riuscita a tirare fuori sfumature del mio carattere nascoste che in nessun altro modo avrei potuto far emergere.”

“D: Cosa si dovrebbe fare e cosa no?”

“Valeria: Bisogna fare ciò che ci si sente ma con la consapevolezza di dover essere sempre rispettosi nei confronti dell’altro.”

“Sara: Bisogna essere consapevoli di partecipare a un programma e avere la voglia di mettersi in gioco, senza dimenticarsi il rispetto.”

“Giada: Penso che le persone debbano essere libere di comportarsi come credono sia giusto per loro. Essere sempre se stessi cercando la felicità. Solo la propria felicità può rendere felice il fidanzato di ciascuna.”

“D: Durante questa esperienza non si ha mai paura di perdere la persona che si ama?”

“Valeria: E’ la paura più grande che sia durante tutto il percorso.”

“Sara: Si ha paura di vedere ciò che l’altro potrebbe fare.”

“Giada: Sì. Ho avuto paura di stravolgere un rapporto a cui tengo da 10 anni. Però mi è servito per riflettere sia su me stessa che sul mio fidanzato. Per me è stato importante andare incontro all’altro e capire quali fossero realmente le esigenze di Francesco. A Temptation si scava nella coppia e si cerca di migliorarsi.”

Cosa pensate delle loro risposte?

 

 

Leggi anche...

Lascia un commento