Rodolfo Valentino-La leggenda, Gabriel Garko nell’attesa fiction di Canale 5 vola a Los Angeles

Rodolfo Valentino-La leggenda è una delle fiction di punta (in 2 puntate) della prossima stagione di Canale 5. La storia ripercorrerà l’eccezionale vicenda diRodolfo Guglielmi, nato a Castellaneta, vicino Taranto, nel maggio 1895 e arrivato a conquistare l’America e Hollywood, primo sex symbol assoluto con una popolarità ai limiti dell’isteria nell’epoca del cinema muto, fino alla scomparsa prematura a soli 31 anni a New York nel 1926.

A sobbarcarsi il compito di far rivivere il Latin Lover per eccellenza è stato chiamato Garbiel Garko, affiancato sul set da Giuliana De SioCosima Coppola e Victoria Larchenko.

Valentino deve la sua fortuna a un tight. “Sparato inamidato, capelli e occhi lucidi e neri, chiede lavoro in un night della Grande Mela e diventa un taxi-dancer”, racconta l’attore.

Tv Sorrisi e Canzoni sottolinea: “Ho letto e visto di tutto. Film, documentari, libri. E poi ho messo tutto da parte per concentrarmi sul Valentino della nostra sceneggiatura, che è un po’ diverso dall’originale. Mi ha colpito il fatto di essere stato talmente divinizzato da aver perso il contatto con la realtà. L’alone mitico che lo circondava, il non permettere a nessuno di avvicinarsi, di guardarlo negli occhi. Anche nelle foto guardava quasi sempre nel vuoto perché guardare in macchina era come dare troppa confidenza. E poi il suo essere morto giovane, a 31 anni, consacrato per sempre come James Dean e Marilyn Monroe“.

Che tipo era? “Un po’ mascalzone, direi, uno che si è bruciato un’intera eredità in una settimana, uno chiamato a Hollywood grazie al classico colpo di fortuna”.

È stato difficile interpretarlo, “soprattutto imparare ciò che sapeva fare. Era un grandissimo ballerino, io invece mi sono sempre limitato a fare il cretino in discoteca. Ballare il tango, ma anche il foxtrot, il charleston e il valzer è stata una sfida. Ce l’ho messa tutta e alla fine credo di averla vinta. Quando mi metto in testa una cosa, sono capace di vendermi l’anima pur di riuscirci. Ho ballato per nove ore al giorno, ho perso tanti chili, mi sono massacrato il fisico”.

E, per girare le ultime scene, Gabriel è volato a Los Angeles.

FONTE

Leggi anche...

Lascia un commento