La Terra dei Cuochi come Amici? Antonella Clerici ci sta pensando…

Per superare i limiti del format, la conduttrice pensa a una striscia quotidiana da ‘associare’ a La Prova del Cuoco e a tre puntate di prime time per semifinali e finali. Intanto la Clerici cerca di coronare un sogno, riportare Harem in tv.

Antonella Clerici è già pronta alla prossima stagione tv, che la vedrà al timone della 13a edizione de La Prova del Cuoco (con il ritorno di Beppe Bigazzi). L’Autunno 2013, però, non le riserva programmi in prime time.

“Nessun appuntamento in prima serata per quest’anno. Probabilmente nel 2014 con ‘Ti lascio una canzone’”,

precisa la Clerici a Tv Sorrisi e Canzoni. Non che sia stata finora con le mani in mano, eh, come sottolinea nell’intervista, ricordando come nell’ultimo anno e mezzo abbia testato ben due format, E’ stato solo un flirt e La Terra dei Cuochi.

“Il primo era un programma sentimentale preparato in soli tre mesi, che ha fatto il 19% di share. Lavorandoci sono certa che potrebbe diventare un grande appuntamento”,

spiega la conduttrice.

I test sono fatti per apportare modifiche e riflettere sugli aggiustamenti da fare e la Clerici ha qualche proposta da fare per La Terra dei Cuochi, il talent culinario per aspiranti chef esous-chef vip andato in onda per sei settimane, tra aprile e giugno scorso, su Rai 1. Un format che ha bisogno, a mio avviso, di non pochi aggiustamenti – dalla struttura della gara al meccanismo della giuria, dal ricorso alla registrazione alla confezione – e che la stessa Clerici ritiene abbia bisogno di qualche correttivo.

“La Terra dei Cuochi era un talent di cucina secondo me fatto benissimo, con idee forti, che aveva un solo limite: l’eccessiva durata. Non si può parlare di cucina e di cibo per quasi tre ore in prima serata.Dopo che uno ha cenato, per di più”.

Vabbè, l’errore secondo me non è nel parlare di cibo dopo cena, magari è nel come se ne parla (MasterChefCucine da Incubo et similia insegnano). Sull’eccesso delle tre ore siamo anche d’accordo. In ogni caso la Clerici ha qualche idea da proporre per un’eventuale prossima stagione del talent.

Il modello di riferimento? Amici di Maria de Filippi.

“Per superare il limite della durata io avrei un’idea: legarlo a “La Prova del Cuoco” facendo un talent per giovani chef in modo di dare al pubblico il tempo di conoscerli e affezionarsi. E poi fare tre puntate, due semifinali e una finale, in prima serata. Come succede ad Amici”.

Meccanismo collaudato, dunque, che potrebbe risolvere anche i problemi legati alle giurie (alla fine il vincitore della prima edizione è stato deciso dallo Chef Davide Scabin di fronte al pareggio della giuria dei parenti) e potrebbe ’scongelare’ Antonellina, sacrificata dalla registrazione e solitamente più coinvolgente nella conduzione live. Sempre che sia prevista la diretta per le tre serate in prime time. Onestamente ce lo augureremmo, così come non ci dispiacerebbe, nel caso, che fossero in diretta tutte e tre le prime serate e non solo la finalissima, come accaduto quest’anno ad Amici.

Comunque sia, è di certo prematuro parlarne. Per ora la conduttrice coglie l’occasione per lanciare qualche idea e per difendere i test fatti, chiarendo che si tratta comunque di due format originali e marcando così la distanza da altri format/talent proposti dalla concorrenza:

“E’ facile prendere un programma straniero già collaudato, adattarlo alla tv italiana e proporlo. Ma quando si scrive una trasmissione nuova ci vuole di tempo di sperimentarla, testarla e aggiustarla. Ci vuole tempo. Quando inizi da zero è più difficile”.

Potremmo discuterne, ma non è la sede. Per adesso, dunque, nella pentola della Clerici bolle la nuova stagione di La Prova del Cuoco, ma in attesa di eventuali aggiustamenti a E’ stato solo un Flirt e a La Terra dei Cuochi, la conduttrice ha un’altra idea che le frulla nella mente. Trattasi di un programma di seconda serata in stile Harem, trasmissione cult condotta per 15 anni da Catherine Spaak e da 10 anni ormai in soffitta.

“Penso di avere l’età e la maturità giuste per farlo. Ho parlato anche con Catherine della possibilità di rimetterlo in piedi. Anche perché mai come adesso si parla di problemi delle donne, per fortuna. E non è mai abbastanza”.

Intanto la ritroveremo dal 9 settembre ai fornelli di Rai 1 con La Prova del Cuoco n° 13.

FONTE

Leggi anche...

Lascia un commento