Archivio tag: accadde oggi

Accadde oggi: la galleria maledetta

23 dicembre 1984 : siamo in prossimità del Natale ( in quel caso da godersi in pieno, senza il covid) …ciò significa che  i vari amici e parenti si spostano dal nord al sud e viceversa per riunirsi ai loro gruppi famigliari di origine…e  il rapido n. 904 , partito da Napoli in direzione Milano, corrisponde esattamente a questa esigenza : è infatti stracolmo di viaggiatori . Il rapido ovviamente deve fermarsi alle stazioni più importanti, ovvero Roma, Firenze, Bologna, prima di arrivare a Milano. A Firenze viene caricato un bagaglio molto particolare...poi il rapido prosegue il suo itinerario  attraversando l’Appennino . Quasi a metà strada del tratto  Firenze -Bologna esiste la “grande galleria ” di San Benedetto Val di Sambro, lunga oltre 18 km …che dieci anni prima aveva visto la strage del treno Italicus con una bomba che ammazzò una dozzina di persone , con una cinquantina di feriti  .

Ebbene, la storia si ripete! E anche peggio stavolta! quel “bagaglio particolare ” conteneva un ordigno telecomandato che esplose proprio durante il passaggio nella galleria, alle 19,08 di sera —-risultato : 16 morti e 267 feriti! ( tanto che la lunghissima galleria venne ritenuta maledetta, dai tanti superstiziosi…e perfino oggetto di esorcismi vari)

I colpevoli? mah! venne seguita la pista mafia-camorra , con condanne ed assoluzioni che andavano e venivano come in una porta girevole ( furono fatti due processoni e ben sei gradi di giudizio complessivi , e il processo finì 9 anni dopo )…e alcuni imputati furono alla fine condannati, altri assolti …e un paio di questi ultimi fu pure vittima  di una esecuzione  extra-giudiziaria, fra i clan della criminalità organizzata( almeno in apparenza)

Però è enorme la similitudine con l’attentato del 1974 , di stampo palesemente neo-fascista…e il dubbio rimane, che i mandanti siano altri —-come per l’Italicus del 1974, e la strage del 1980 a Bologna .

Mettiamo quel 23 dicembre fra i tanti misteri ( mai risolti completamente) della prima repubblica.

By Nerio

Leggi anche...

Accadde oggi: il patriottismo

18 dicembre 1935 :  nell’ ottobre precedente  il regime fascista e Benito Mussolini avevano INVASO L’ETIOPIA, senza un motivo valido che potesse giustificare un possente intervento militare, se non la megalomanìa del Duce, voglioso di allargare l’Impero italiano con un’altra colonia( sic!)

la guerra iniziò  con strombazzamento e grancassa di uomini , mezzi e proclami , contro un piccolo esercito etiope di poveracci e  indigeni ….eppure, appena un paio di mesi dopo , appunto il 18 dicembre , il Duce, che pensava( sbagliando)  ad una guerra -lampo solo di qualche settimana , si vide costretto, con un editto pubblico urgente, A CHIEDERE ORO ALLA PATRIA!!! ( per finanziare le spese belliche già di molto superiori al previsto)  .

E gli italiani ( brava gente …anche se un pò coxliona  ) risposero con enorme PATRIOTTISMO, donando  al governo fascista  quasi 34 tonnellate di oro, un pò presi da gioielli e monili di famiglia, ma per la maggior parte ( visto la miseria dominante) costituiti nientemeno che dalle FEDI NUZIALI di famiglie e coppie poco abbienti 

E questo gesto “generoso” e romanticamente pseudo-patriottico  venne fatto per sostenere una guerra inutile, DI PURA AGGRESSIONE!!!

Ai giorni nostri si invoca a gran voce che il prox Capo dello Stato sia un PATRIOTA…ok, perfetto, ma speriamo almeno che non sia quel tipo di patriottismo del 1935,  di cui se ne fa volentieri a meno.

by Nerio

Leggi anche...

Accadde oggi…e accade oggi!

accade oggi:  mi interessano spesso i sondaggi e dati statistici…la maggior parte sono inutili o comici o superficiali…altri, seppure una netta minoranza, sono invece interessanti e possono favorire valutazioni e discussioni

Fra questi ultimi, io mi sento di inserire questo sondaggio statistico : ovvero, negli ultimi due anni, dal 2019 ad oggi, quindi  SUBITO  PRIMA DEL COVID FINO ADESSO, ebbene, sono RADDOPPIATI ( dicesi raddoppiati) il numero dei giovani ( under 30)  che si dichiarano NON eterosessuali   (quindi bisex o altro…inutile specificare).

Sempre secondo questa ricerca, sarebbero inoltre quasi triplicati i giovani che dichiarano di far fatica a rapportarsi con persone di sesso diverso, a meno che di trovarsi in gruppo o in chat.

Esperti sociologhi e psicologi sostengono che la pandemia , limitando fortemente le riunioni, i meeting, le manifestazioni di gruppo, gli spettacoli, le attività dinamiche , ha messo in crisi molte esistenzialità giovanili , che si sono giocoforza rivolti allo smart o alla tastiera per comunicare sui social (che costituiscono sicuramente un modo di interazione molto attivo…ma purtroppo solo teorico ) —--in pratica si starebbe un pò volatilizzando  il rapporto diretto “uno contro uno” di persona, e in presenza,  fra uomo e donna ...confronto a volte imbarazzante, disagiante, ma necessario per definire esigenze , diversità e  paletti fra i sessi …fra i tanti esempi,  in chat e sui social capita spesso che uomini scrivano come donne e viceversa , o cmq non si capisca bene.

Quanto sopra, contribuirebbe a rendere più annacquata la identità di genere di cui un giovane si sente veramente convinto.

CHE NE PENSATE VOI? CIOE’, LA RITENETE  SOLO UNA PARENTESI PASSEGGERA,  DA NON PRENDERE IN CONSIDERAZIONE, OPPURE UNA TENDENZA CHE SI STA RADICANDO?

***********************************************************

accadde oggi: 21 ottobre 1879 :  entra in funzione per la prima volta nella storia, una cosuccia che ora ci sembra di una banalità disarmante, perfino ridicola a parlarne , ma che allora apparve come un quasi oggetto da fantascienza :  ovvero, la primissima lampadina elettrica, il cui filamento incandescente  resistette acceso per 13 ore e mezzo ( durata ritenuta allora eclatante) . Il merito va a Thomas Alva Edison , il cui nome, ovviamente, verrà tramandato ai posteri in migliaia di modi

by Nerio

Leggi anche...

Accadde oggi: 13/09/2016 – Bob Dylan

13 ottobre 2016 : PER LA PRIMA VOLTA nella storia , un cantante viene insignito del premio Nobel per la letteratura : si tratta del settantacinquenne  BOB DYLAN  …un premio Nobel che suscitò  non poche polemiche…sia sui giornali che sul web.

Chi gridò allo scandalo, chi osannnò che finalmente si  era aperta una porta sul futuro della cultura di massa …d’altronde, come tutti i grandi personaggi ( e Bob Dylan lo era stato), i detrattori sono alla pari degli estimatori, è una regola quasi matematica.

Lo stesso Bob contribuì a fomentare le contraddizioni, perchè ritirò il premio parecchio tempo dopo, motivando che non si sentiva psicologicamente pronto, perchè non era certo che il suo campo artistico potesse essere definito letteratura.

Non andò infatti a ritirare il premio alla cerimonia ufficiale …ritirò il premio solo parecchi mesi dopo, in forma privatissima e senza alcun clamore …gesto assolutamente da rispettare , in linea con le sue  idee anticonformiste e “contro” …ma anche qui si scatenarono le polemiche perchè , pur contestando di fatto il premio, Bob pare che i soldi ( 800mila euro), alla fine li abbia presi lo stesso.

Fu vera gloria? mah!  non mi sento di giudicare…però di tanto in tanto, ascolto a video  “blowind in the wind”…il suo brano più famoso…e non mi vergogno a dire che mi emoziona…non solo per la bellissima e coinvolgente musica, ma anche perchè quello che scrisse  nell’ormai lontanissimo  1963 , PURTROPPO, è ancora attuale …cito alcuni  versi del brano :

quante volte devono volare le palle di cannone, prima che esse vengano bloccate per sempre? —–quante volte un uomo puo’ girare la testa…e fingere di non vedere?  —-quanti anni possono esistere delle persone, prima che gli venga permesso di essere libere?  —e quante orecchie deve avere un uomo, prima di poter sentire le persone che piangono? 

By Nerio

Leggi anche...

Accadde ieri ed è accaduto ieri: l’Italia campione!

11 luglio 2006—11 luglio 2021 :   IL GIORNO 11 LUGLIO PORTA BENE ALL’ITALIA CALCISTICA …nel 2006, gli azzurri diventano campioni del mondo , e nel 2021, campioni d’Europa!

Ci sono curiose similitudini tra le due vittorie…ne elenco qualcuna : innanzitutto lo stesso giorno, 11 luglio, poi il fatto che entrambe le volte la partita si è chiusa 1-1 , finendo entrambe le volte ai rigori —poi il fatto che anche nel 2006, come ieri, era andato prima  in vantaggio il nostro avversario  ( la Francia nel 2006, l’Inghilterra nel 2021)—infine, nel 2006 avevamo eliminato ( seppure in semifinale) i padroni di casa della Germania…ieri ( in finale) i padroni di casa inglesi.

C’è una piccola diversità …nel 2006, la lotteria dei rigori la vinsero i nostri rigoristi ( perfetti, con 5 centri su cinque)…ieri, l’ha vinta Donnarumma, che con le sue parate ( tre rigori parati in due partite) è stato  incoronato dall’UEFA ufficialmente miglior giocatore in assoluto del torneo. 

QUASI UGUALE invece il tifo e l’esultanza per le strade italiane ...ce ne era bisogno , dai, dopo tanta clausura!!!

però attenzione :  la partita col covid ci vede finalmente in vantaggio, senza dubbio…ma di un goal soltanto, e quindi  la partita  è ancora lunga e apertissima ! bisogna fare ancora pressing e marcare stretto…non come il governo inglese che sta facendo lo splendido ballando sul Titanic 

*********************************

UNA COSA FORSE , NELLA EUFORIA DELLA VITTORIA E’ SFUGGITA…ed invece rappresenta , nel suo campo, una  vittoria anche quella :  siccome il binomio ufficiale della RAI come telecronista e opinionista si è messo fuori gioco a causa del covid, la RAI ha deciso di promuovere KATIA SERRA , come commentatrice opinionista ufficiale della finale ...e quindi LA PRIMA DONNA IN ASSOLUTO , di ogni tempo, a ricoprire questo ruolo in Rai 

Katia Serra, ovviamente non ancora scafata , esperta, mi è cmq piaciuta…è stata carina,  misurata, e molto chiara nei commenti  , è una donna in gamba :  ex calciatrice ed ora dirigente federale e sindacale nel mondo del calcio , e anche, negli ultimi anni,  opinionista di seconda o terza fascia…onde x cui niente affatto sprovveduta

Intervistata, lei ha dichiarato che si è sentita orgogliosa di questo incarico, sopratutto per far capire al pubblico che parlare di calcio , anche in trasmissioni importanti, NON DEVE ESSERE UNA PREROGATIVA SOLO MASCHILE ( come evidentemente in Rai pensavano fino a poco tempo fa ) …spero che almeno un pò si siano ricreduti , anche se la Rai è alquanto conservatrice con le innovazioni di questo tipo.

By Nerio

Leggi anche...